Ataf, è blocco totale: gli autisti rimangono nei depositi. Saltano le fasce di garanzia

Nell'ultima assemblea prima dello sciopero i lavoratori hanno scelto la linea dura, quella genovese. In sostegno degli autisti 70 lavoratori sono arrivati da Roma e 5 dal capoluogo ligure

Lo striscione alla testa del corteo

“Siamo tutti dentro. Non si esce. A Firenze non gira un autobus”. Cinque dicembre 2013, ore 6:30 del mattino, è il giorno dello sciopero proclamato dai lavoratori dell’Ataf. È il giorno del blocco totale. Quello del “tutti dentro” i depositi di viale dei Mille e di Peretola. Quello che salterà a piedi pari e non rispetterà le fasce di garanzia (dalle 6:00 alle 9:15 / dalle 11:45 alle 15.15) che fin qui hanno sempre caratterizzato le proteste dell’area fiorentina. Fin qui, ma non il 5 dicembre: da questa mattina è andata in scena la modalità Genova.

LA DIRETTA DELLA GIORNATA

I lavoratori e la Rsu aziendale, composta da Cobas e Sul, si sono ritrovati alle 4 del mattino nei depositi mezzi per decidere il da farsi. E durante il vertice notturno, due ore prima che scattassero le finestre di salvaguardia del servizio, hanno virato decisi per quel che era già nell’aria: il tutti fermi. “Abbiamo deciso – ha detto prima dell’alba Alessandro Nannini, una vita nei Cobas, segretario della Rsu Ataf – di rimanere in assemblea permanente a sostegno della vertenza contro lo spacchettamento e contro la dirigenza che sta continuando a portare avanti una strategia assurda. Questa protesta, poi, è la risposta a chi, in questi giorni, è andato a dire per l'Italia che a Firenze la privatizzazione del servizio è stata indolore”. Messaggio e riferimento chiaro: Matteo Renzi. Una bella patata bollente per il sindaco, giusto tre giorni prima delle primarie.

GLI AUTISTI ROMANI IN CORTEO CON I FIORENTINI: "BLOCCHIAMO LE CITTA'"

FIRENZE E GENOVA UNITE NELLA PROTESTA: GLI AUTISTI DI ATM AL BLOCCO ATAF

Vista dal mattino, dall’inizio di questa giornata, si preannunciano ore complicate per il trasporto fiorentino. Per l’utenza, che non troverà neppure la corsa mattutina per raggiungere scuole e lavoro. Per gli autisti. E  per i sindacati. In Ataf, infatti, la situazione è tesissima. Da una parte i Cobas e il Sul, la Rsu, per intenderci. Dall’altra parte Cgil, Cisl, Faisa e Ugl, che parteciperanno alla protesta, anche senza averla indetta: libertà di coscienza, il messaggio ai lavoratori, e tuttavia vertenza separata con l’azienda rispetto a quella intavolata con i Cobas. Uno strappo chiaro, un ‘non governo’ sindacale, quello storico; uno nuovo, imposto dai lavoratori.

I COBAS: "RENZI HA INVELENITO I LAVORATORI"

GLI AUTISTI CONTRO RENZI | VIDEO

GLI AUTISTI CONTRO RENZI 2 | VIDEO

IL PREFETTO AGLI AUTISTI: "NON RISPETTARE LE FASCE E' CONTRO LA LEGGE"

Il fatto vero è che per i lavoratori, la privatizzazione comincia ad essere un boccone troppo amaro e cominciano a fare fatica a seguire le direttive dei sindacati confederali (che oltretutto hanno scelto di stare all’esterno della Rsu). Agli autisti non basta più il rinvio della divisione in tre pezzi di Ataf Gestioni (Busitalia-ferrovie, Cap e Autoguidovie, le stesse che hanno comprato Ataf sotto la regia di Fs). Gli autisti, oggi, di quel rinvio non sanno più che farsene: vogliono che il progetto spacchettamento sia accantonato definitivamente.

Come raccontava ieri Repubblica edizione Firenze:

Non si accontentano del fatto che con l’aiuto della Regione non ci saranno licenziamenti, né che il salario resterà quello di adesso nonostante, sottolinea l’azienda, sia superiore a quello del contratto nazionale e di Busitalia. Si ribellano all’aumento dell' orario di lavoro, che invece l’azienda pretende e vogliono che la disdetta dell’integrativo venga immediatamente ritirata.

Un muro contro muro, sulla scia genovese, a colpi di no.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Avatar anonimo di PAOLO
    PAOLO

    Si comincia bene, non è ancora stato nominato leader e già viene contestato...Questa sì che è...democrazia!

  • Avatar anonimo di Leonardo Pucci
    Leonardo Pucci

    Nessuna solidarietà a questi privilegiati, raccomandati dalla CGIL. solidarietà ai disoccupati e cassintegrati, non a loro

  • Avatar anonimo di Katia
    Katia

    Ma Graziano Cioni, il vostro amichetto sceriffo, quello che ha messo il figlio a lavorare da Ligresti, in Fondiaria, durante il Piano Castello....che fine ha fatto? Sostiene Cuperlo ovviamente, no?

  • Avatar anonimo di Piero
    Piero

    Vanno lasciati a casa questi fannulloni...gentaccia, complice della milionaria Camusso, che anche lei come tutti i sindacalisti (Marini e Bonanni in primis), si comprerà un bell'appartamento nel centro di Roma ad 1 milione di euro... ma da dove li prendono tutti quersti soldi, questi salariati? Bohhh

  • mah..beata questa gente che non ha mai lavorato nel "vero privato" che dalla mattina alla sera ti dimezza le ore di lavoro, ferie quando gli pare, fallimenti e licenziamenti vari senza un cappero di sindacalista che intervenga a tuo favore

  • Avatar anonimo di Laura
    Laura

    Stamani mi sono fatta un bel pezzo di strada a piedi per arrivare al lavoro. Felicissima di dover camminare perché vuol dire che lo sciopero sta riuscendo. Solidarietà ai lavoratori in sciopero, fino alla vittoria.  

  • dire che RENZI e' FALSO e BUGIARDO e' come scoprire l'acqua calda

    • Avatar anonimo di Nardini
      Nardini

      Ma vai a lavorare deficente, che tutti i giorni sei qui a delirare, pezzente

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Autostrada A1: auto in fiamme in galleria, tratto chiuso e poi riaperto. Lunghe code

  • Cronaca

    Doppio dramma della solitudine: 94enne e 84enne trovati morti in casa

  • Meteo

    Prosegue il maltempo: nuova allerta meteo

  • Politica

    Salvini a Firenze: scontri tra polizia e manifestanti / FOTO e VIDEO

I più letti della settimana

  • La star a Firenze: caccia al set fotografico / FOTO

  • Villa Vittoria, la giungla metropolitana di Firenze | FOTO

  • Incidente stradale, auto fuori strada: morto un giovane di 26 anni

  • Giovane detenuto morto nel carcere di Sollicciano

  • Arriva Matteo Salvini: annunciata contestazione

  • La Mille Miglia fa tappa a Firenze: auto sfilano nel centro storico

Torna su
FirenzeToday è in caricamento