Stazione, scale mobili ancora ferme? Il sindaco Renzi sbotta

"Scene di ordinaria burocrazia" ha commentato il sindaco di Firenze ricordando che alla messa in funzione dell'opera manca solo un timbro da Roma che per adesso non sembra arrivare

Tecnici e funzionari romani ma in generale la burocrazia italiana da rottamare, e tutto per la vicenda delle scale mobili alla stazione Santa Maria Novella, ancora ferme. E’ il sindaco di Firenze Matteo Renzi che questa mattina ha sbottato contro le lungaggini della macchina Stato. “Scene di ordinaria burocrazia” ha commentato Renzi dalla sua pagina Facebook. Tutto a quanto pare ruoterebbe attorno ad un timbro, che non sembra arrivare: “Dopo anni di fermo – continua il primo cittadino – abbiamo rimesso a posto le scale mobili della stazione: mi arrabbio quando le scale mobili del pubblico sono ferme e quelle del privato funzionano. I lavori sono terminati a dicembre 2011. Dopo due mesi ieri sono venuti a fare il collaudo. Ma ancora non le aprono perché aspettano un timbro da Roma. Un timbro!”.
Senza quel timbro, il collaudo non è valido e le scale più che mobili rimangono immobili. Da qui l’ennesima tirata di orecchie del Matteo Renzi nazionale, più che locale: “Cari tecnici e funzionari romani perché non iniziamo a liberalizzare la burocrazia? Le scale mobili della stazione sono una piccola cosa, lo so. Ma anche dalle piccole cose si vede la qualità di un’amministrazione”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via Baracca: vinti 500mila euro con un "Gratta e Vinci"

  • Coronavirus: anche in Toscana nuove misure per chi torna dalla Cina

  • Lavoro: concorso per 84 assunzioni in Regione Toscana

  • Donna morta in hotel: "gioco erotico finito male", indagato il compagno

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Coronavirus: Rossi-Burioni, rissa sui social per la quarantena dei cinesi

Torna su
FirenzeToday è in caricamento