Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Santa Maria Novella: "incivili" urinano sui muri, il menestrello blocca lo show in piazza / VIDEO

Acceso scambio di battute tra un musicista e un paio di cittadini stranieri che si sono messi a fare pipì accanto all'ingresso di un albergo 

 

Stop allo spettacolo in piazza a causa dell'inciviltà. E' successo nella prima serata di ieri quando una coppia di cittadini stranieri ha urinato sui muri dei palazzi di Piazza Santa Maria Novella mentre si svolgeva lo spettacolo del musicista Claudio Spadi. L'artista, più conosciuto come il menestrello di Ponte Vecchio, è intervenuto quando due cittadini nordafricani hanno urinato accanto al portone di un albergo del centro storico. Spadi, fiorentinissimo, cresciuto in San Frediano, si è sentito preso in causa quando la coppia ha risposto a male parole a una signora che li aveva redarguiti. Non potendosi avvicinare alla scena, per non lasciare incustodita la strumentazione, l'artista di strada ha interrotto lo spettacolo: "Non vi vergognate? - ho urlato". 

L'episodio non sarebbe però isolato. "Questa piazza è da tempo teatro di scene al limite ma con l'arte di strada (intesa come attività di presidio del territorio, ndr) riusciamo a contenere questo fenomeno". "Succede che gruppetti di persone si ubriachino, importunino i turisti e interrompano l'attività ludica dei bambini". "A volte però si degenera: volano manate e insulti".   

Lo scambio di battute ha visto piovere anche qualche critica nei confronti del menestrello."Mi hanno persino dato del razzista perché la coppia era straniera". "Scusate - chiosa Spadi - ma cosa c'entra?" "Sono fiorentino e pretendo rispetto per l'arte e la mia città, non bisogna giustificare l'inciviltà". "Questi episodi mi sembrano mancanze di rispetto per il luogo dove si vive e per se stessi". "Non credo di aver poca sensibilità verso le persone dopo aver speso parte della mia vita per gli altri con venti anni di volontariato sulle spalle". "Ho dichiarato amore alla mia città e voglio che chi viene qui la rispetti". 

Il menestrello indica nell'aumento dei controlli una delle possibili vie di uscita, da aggiungere all'educazione civica: "Sono un padre di famiglia e mi ribello agli atti di vandalismo". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento