San Piero a Sieve: spray al peperoncino in discoteca

Il Movimento dei Genitori chiede misure più forti per gli eventi dedicati ai minori

Nell'ultimo anno anche a Firenze e provincia si sono registrati episodi di spray al peperoncino usati in maniera impropria in discoteca. E' successo nel centro storico e più di recente in provincia. La scorsa settimana alla discoteca Ikebana, nella notte tra sabato 1 e domenica 2 dicembre, qualcuno ha appunto nebulizzato dello spray urticante in aria. Motivo per cui il personale ha dovuto aprire le porte e far uscire gli ospiti. Sull'episodio i carabinieri stanno svolgendo approfondimenti.

LA RICHIESTA DOPO LA TRAGEDIA DI CORINALDO

Dopo la tragedia dell'Anconetano, dove sei persone hanno perso la vita nell'uscita da una discoteca dove che stato proprio spruzzato dello spray al peperoncino, è scattata una petizione da parte di Movimento Italiano Genitori (Moige) per chiedere al governo più autorizzazioni per locali ed eventi dedicati ai minori.

“In questi giorni, emerge con forza una mancanza inaccettabile di responsabilità collettiva che non è soltanto a Corinaldo ma molto più diffusa sul territorio nazionale - spiega il direttore generale del Moige Antonio Affinita - Il rispetto delle norme è fondamentale soprattutto per i gestori di locali e discoteche e per tutti coloro che entrano in contatto con i minori, organizzando eventi in cui spesso circolano droga, alcol e fumo, ed altre sostanze vietate. Per questo abbiamo lanciato una petizione per chiedere al Governo di approvare con urgenza misure più restrittive e più controlli per tutti i locali pubblici che vogliono organizzare eventi per i minori".

"In particolare chiediamo di introdurre misure come l’obbligo di telecamere a circuito chiuso; controlli della polizia durante ogni evento pubblico dedicato ai minori; obbligo di apertura e chiusura in orari diversi dai locali per gli adulti; divieto di ingresso ai minorenni nelle discoteche per adulti; chiusura immediata e revoca della licenza per chi supera il numero di ingressi legalmente consentiti; revoca definitiva a chi vende oppure ospita individui che vendono ai minori alcol, fumo, droghe o pasticche allucinogene e droganti. Crediamo che queste richiesta siano una base importante per garantire ai nostri figli un divertimento senza rischi e in sicurezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Lavaggi in lavatrice senza sapone con le "sfere magiche": ecco la novità | FOTO

  • Incidente in via Nardi: scooter travolto da auto, 22enne gravissima

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Gavinana: senzatetto morta nei giardini / FOTO

  • Parcheggi su strisce blu: gratis per tutti i residenti a partire dal 30 marzo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento