Magherini, serata ricordo alle Murate: "Non siamo soli: verità e giustizia per Riky"

Incontro sulla tortura con Arci, Amnesty e Associazione Magherini: "Sarebbe stato il tuo compleanno: auguri Riky"

!7 giugno 2016: serata per Riccardo Magherini

E' stata una serata di festa quella di ieri sera alle Murate. Tale doveva essere, per Riky, Riccardo Magherini, morto nella notte tra il 2 e il 3 marzo in Borgo San Frediano a seguito dell'arresto da parte di quattro carabinieri. Il 17 giugno sarebbe stato il compleanno di Riccardo, e amici e famiglia hanno voluto ricordarlo. "Riky - avevano detto nei giorni scorsi presentando l'evento il padre Guido e il fratello Andrea -, ci ha lasciato il compito di combattere ogni forma di abuso, dedicheremo ogni energia a questa battaglia".

Nel pomeriggo alla Fondazione Kennedy si è svolto l'incontro su 'Tortura in Italia e in Europa, una questione di diritti umani' (anche questo incontro, come il concerto serale, avrebbe dovuto svolgersi alle Murate, ma poi il Comune ha negato il patrocinio).

All'incontro, tra gli altri, hanno partecipato il giornalista Lorenzo Guadagnucci (che nel 2001 si trovava a Genova all'interno della scuola Diaz durante l'irruzione della polizia e il pestaggio da parte degli agenti), l'avvocato della famiglia Magherini Fabio Anselmo, e Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, anche lui morto a seguito di un arresto dei carabinieri, nel 2009 a Roma, "quando era nelle mani dello Stato, come Riccardo", sottolinea Ilaria.

Dopo il convegno, partecipanti e amici di Magherini si sono spostati alle Murate, per il concerto-ricordo in memoria di Riccardo, con la musica dei 'Secondo appartamento', intervallata dagli interventi di Guido e Andrea Magherini e da quelli di Ilaria Cucchi.

"Il dolore passerà un giorno? - mi ha chiesto una volta Andrea, ricorda Ilaria-. No, la nostra vita è cambiata per sempre. Ma non siamo soli, questa sera lo dimostra: se ridaremo dignità e giustizia ai nostri cari il dolore, la disperazione e la solitudine che soffriamo non saranno stati un stati un sacrificio vano". Dal palco sono stati ricordati i tanti morti "nelle mani dello Stato": Federico Aldrovandi, Giuseppe Uva, Stefano Cucchi, Riccardo Magherini, per citare i casi più noti.

Il concerto si è poi chiuso con il palco affollato dagli amici di Magherini che intonavano 'Here's to you', la canzone interpretata negli anni '70 da Joan Baez in memoria di Sacco e Vanzetti e poi scelta da Amnesty International come inno per i diritti umani. "Grazie a tutti, auguri Riky, questa serata è per te", concludono dal palco Guido e Andrea Magherini, invocando ancora una volta "verità e giustizia per Riccardo". Il 13 luglio il tribunale di Firenze emetterà la sentenza di primo grado.

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Le sagre di Ferragosto da non perdere

  • Furti in casa: tornano i contributi per l’installazione degli allarmi

I più letti della settimana

  • Lite per il parcheggio finisce nel sangue: muore residente a Sesto

  • Bambino di 8 anni muore dopo una settimana di agonia

  • Incendio all'Isolotto: colonna di fumo sulla città

  • Tramvia: tram e scooter viaggeranno insieme

  • Tre ricette toscane per combattere il caldo estivo

  • Addio allo stress da posto fisso: così amore e viaggio ci hanno cambiato la vita

Torna su
FirenzeToday è in caricamento