Fase 2 coronavirus: quando potrebbero riaprire palestre e piscine

Giorni fa si era parlato del 18 maggio, poi lo slittamento al 25

Quando potranno riaprire palestre e piscine? A pochi giorni dal 18 maggio, quando inizieranno a scattare una serie di riaperture (bar, ristoranti, negozi, parrucchieri), è ancora difficile rispondere a questa domanda.

Alcuni giorni fa si era ipotizzata la data di lunedì 18 maggio anche per palestre e piscine, data però slittata. Ora si parla di lunedì 25 maggio, ipotesi che però dovrà essere confermata, o smentita, dal governo, probabilmente già nelle prossime ore.

Quello che si può dire è che, per limitare il contagio del coronavirus, si dovranno seguire una serie di norme stringenti su distanziamento interpersonale e igienizzazione.

Oggi il Corriere della Sera fa il punto su alcune di quelle che dovrebbero essere le regole principali per la ripartenza di piscine e palestre: l'igienizzazione degli effetti personali, il divieto di utilizzare apparecchi comuni come per esempio l'asciugacapelli, il 'consiglio' di arrivare in palestra già con gli indumenti da allenamento e poi, ma appunto si parla di ipotesi (dipenderà molto anche dalla grandezza delle singole strutture) farsi la doccia a casa (per evitare l'utilizzo degli spogliatoi).

Ancora, come detto, una data e regole certe non ci sono. Dovrà anche essere definito uno 'spazio minimo' tra una persona e l'altra, considerando che sotto sforzo fisico le famose goccioline di saliva che portano il contagio si disperdono nell'aria in uno spazio più ampio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per le piscine si dice che il cloro 'annulli' il virus in acqua. Ma, per i nuotatori, quante persone potranno stare in ogni corsia? Con ogni probabilità garantire gli 'spazi vitali' sarà più semplice per le grandi strutture, mentre le piccole potrebbero avere grosse difficoltà. Nell'attesa di avere regole certe, tanti stanno riscoprendo uno sport che supera tanti di questi problemi: la bici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo la linea 1: camion si schianta sulla tramvia / FOTO

  • Santa Maria Novella: ragazzina presa a schiaffi e rapinata alla fermata dalla tramvia

  • Natalie Portman, lettera d'amore a Firenze: "La magia delle celle dei frati affrescate a San Marco, il gelato e..."

  • Palazzo Vecchio senza soldi, Nardella: “Vado a cercarli in Cina”

  • Fase 2: hotel al collasso, lavoratori alla fame. Confindustria Firenze: "Situazione sociale sarà drammatica"

  • Tramvia, Nardella annuncia modifiche: arriverà vicino al Duomo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento