Raccolta fondi online per restaurare lo stemma mediceo del Giambologna

Al via la campagna di crowdfunding per sistemare l'opera giovanile del celebre artista posta nella soggetta pensile di Palagio di Parte Guelfa

raccolta fondi online per restaurare lo stemma mediceo del Giambologna

Lo stemma in pietra serena realizzato da Giambologna diciottenne si trova nella soggetta pensile di Palagio di Parte Guelfa a Firenze. Basta un rapido sguardo per rendersi conto del cattivo stato di conservazione dell'opera: si notano diverse cadute di colore, sollevamenti, perdita del modellato, fessurazioni e disgregazioni di varie entità. La corona di ferro presenta perdite dello strato protettivo mettendo in mostra estese ossidazioni. A protezione dell’opera è presente una rete di dissuasione volatili, ora annerita, allentata e causa di abrasioni della superficie esterna a contatto.

L'Istituto per l'Arte e il Restauro di Firenze Palazzo Spinelli vorrebbe provvedere al restauro dell'opera. Per farlo, ricorre a una campagna di crowdfuning sul sito Eppela, che trovate qui. L'obiettivo finale della campagna è raccogliere 3000 euro di fondi. La cifra raccolta online verranno utilizzati per l'intervento di Restauro, dalle operazioni preliminari, come la rimozione della rete antipiccioni e dei suoi agganci ormai ossidati.

Prima di procedere con un intervento di pulitura, sarà necessario velare con carta giapponese e con un elastomero florurato le zone policrome che risulteranno più instabili e decoese.Seguirà il trattamento sulla corona di ferro, dove le ossidazioni ferrose saranno rimosse parzialmente utilizzando un micromotore di precisione. Sarà poi applicato a pennello acido tannico al 3% in soluzione con alcool etilico decolorato.Si passerà poi alla spolveratura stemma con pennelli a setole morbide di varie dimensioni ed aspirapolvere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Saranno effettuati vari saggi di pulitura a secco e/o tramite solventi per individuare la metodologia più idonea e si utilizzerà silicato di etile applicato a pennello fino a completa imbibizione. Infine, se necessario, sarà eseguito un trattamento protettivo localizzato delle superfici, da stendere a pennello sulla pietra serena e sulle policromie e dorature per rallentare il degrado.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colossale truffa nel mondo del vino: Brunello e Champagne falsi

  • Tragedia in centro: muore a 28 anni in un incidente stradale / FOTO

  • Incidente a Bagno a Ripoli: muore 38enne fiorentino 

  • Coronavirus: 9 nuovi casi, focolaio a Impruneta

  • Bancarotte a "catena" nei ristoranti: arrestati imprenditori 

  • Il caso Palamara avvelena Firenze: giudice si prepensiona e accusa la presidente del Tribunale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento