Santa Croce: restaurata la fontana, grazie ai milionari indiani / FOTO

Il recupero grazie alla famiglia del magnate Mehta, il cui figlio 'prenotò' piazza Ognissanti a suon di milioni per sposarsi nel 2015

Nel 2015 a Firenze se ne parlò come il matrimonio del secolo: centinaia di invitati, 600 camere d'albergo riservate negli hotel più esclusivi, gran parte di piazza Ognissanti riservata.

Si sposava in quell'occasione il figlio del magnate indiano Mehta, per una spesa di almeno 6 milioni di euro (ma c'è chi dice che furono almeno 20). I Mehta chiesero al Comune, per celebrare un matrimonio indiano doc, di portare in piazza anche un elefante. “No il mammifero non si può”, risposero un po' in imbarazzo dall'amministrazione.

Nell'accordo col Comune, ad ogni modo, i Mehta si impegnarono a versare anche 58mila euro (briciole di noccioline, per le loro tasche) per restaurare la fontana di Santa Croce. I lavori di restauro partirono pochi mesi dopo, e il risultato è stato presentato oggi alla presenza della famiglia Mehta e del sindaco Dario Nardella a fare gli onori di casa, tra sushi e spumante.

LA STORIA - La fontana (già individuabile come presente nella pianta cinquecentesca di Stefano Bonsignori), dopo svariate vicissitudini e ancora incompleta nel 1639, fu oggetto di nuovi e definitivi lavori nel 1673 su progetto dell'architetto Pier Maria Baldi, che le conferì l'attuale forma utilizzando come materiale la pietra serena.

Agli inizi dell'Ottocento sono documentati progetti di Giuseppe Del Rosso (1810) e di Giuseppe Manetti (1815) finalizzati a rinnovare l'insieme, ma sarà soltanto nel 1816 che si aprirà il cantiere, diretto da Giuseppe Del Rosso, destinato a definire le attuali forme della fontana che, pur mantenendo il disegno seicentesco, ricostruì il monumento impiegando marmi policromi, più duraturi e consoni alla tradizione.

La fontana era inattiva da molti anni anche a causa del suo impianto costruttivo non ben calibrato che consentiva all’acqua di bagnare in maniera considerevole gli spazi circostanti. Per questo l’intervento di restauro è stato alquanto approfondito includendo anche il risanamento complessivo dell’impianto idraulico che hanno risolto i problemi di tracimazione.

I lavori all’impianto idraulico hanno permesso di inserire una valvola di temporizzazione per il risparmio idrico: la valvola temporizzata garantirà di annullare gli sprechi d'acqua. “Che bellezza, la fontana di Santa Croce è tornata a splendere. Un grazie – ha sottolineato il sindaco Dario Nardella -, alla famiglia Mehta e ai bravissimi restauratori”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Ex Gonzaga, gli editori dell'Unità interessati all'area: "Ma niente moschea"

    • Cronaca

      Dal 1° Giugno si cambia: Ztl h24 giovedì e venerdì

    • Cronaca

      Nardella, auto intestata alla coop che ha appalti dal Comune

    • Cronaca

      Fortezza da Basso, traffico paralizzato: i bus non escono dalla stazione / FOTO - VIDEO

    I più letti della settimana

    • Le Cascine, recuperato cadavere in Arno / FOTO

    • Il Papa arriva nel Mugello

    • Cinghiali in città: incidente stradale per Caterina Biti

    • Paura a Campo di Marte: trova il ladro in salotto 

    • Cinghiali in strada: scatta la battuta di caccia in città

    • Novoli, sgomberato ex hotel occupato da 3 anni / FOTO - VIDEO

    Torna su
    FirenzeToday è in caricamento