Tiziano Renzi, niente archiviazione: resta indagato per il caso Consip

Il giudice nega la richiesta anche per Lotti e Saltalamacchia. L'udienza il 14 ottobre

Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Roma Gaspare Sturzo ha respinto la richiesta di archiviazione presentata dai magistrati nei confronti di Tiziano Renzi nell'ambito dell'inchiesta Consip. Il reato per il quale la Procura lo aveva indagato, salvo poi ritenere che non dovesse essere giudicato in un processo, è traffico di influenze.

Il giudice ha detto "no" all'archiviazione anche per altri nove indagati nei confronti dei quali il pm aveva chiesto l'archiviazione. Fra questi, con l'ipotesi di reato di rivelazione del segreto d'ufficio, ci sono l'ex ministro Luca Lotti e il generale dell'Arma Emanuele Saltalamacchia: su entrambi pende già una richiesta di processo per l'ipotesi di favoreggiamento nel filone sulla fuga di notizie. 

Con loro anhe Carlo Russo (turbativa d'asta), Alfredo Romeo (corruzione e turbativa d'asta) l'ex parlamentare del Pdl, Italo Bocchino (corruzione e turbativa d'asta), l'ex Ad di Grandi Stazioni, Silvio Gizzi (turbativa d'asta), l'ex Ad di Consip Domenico Casalino (turbativa d'asta) e il dirigente Francesco Licci (turbativa d'asta).

La camera di consiglio è stata fissata per il prossimo 14 ottobre. "Noi prendiamo atto di tutti i provvedimenti giudiziari, non siamo di quelli che gridano allo scandalo. Ci difenderemo il 14 ottobre, confidiamo di far cambiare idea a un giudice che sarà sicuramente immune da condizionamenti", ha commentato il legale del padre dell'ex premier, Federico Bagattini.

"Non provo più nemmeno rabbia o dolore. So di non aver commesso alcun traffico di influenze. E so che questo infinito processo mediatico prima o poi sarà smontato pezzetto dopo pezzetto. Ci vorranno anni, ne sono consapevole. Ma sarà chiaro a tutti che non ho mai commesso alcun traffico di influenze", ha scritto su Facebook Tiziano Renzi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ho fede e pazienza, attenderemo lo svolgimento dei procedimenti - ha concluso - sono innocente come del resto avevano riconosciuto anche i pm di Roma chiedendo l'archiviazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo la linea 1: camion si schianta sulla tramvia / FOTO

  • Le Frecce tricolori volano "a domicilio": il giro d'Italia passa da Firenze

  • Coronavirus: in Toscana positivo l'1%. Quattro su cinque sono asintomatici

  • Palazzo Vecchio senza soldi, Nardella: “Vado a cercarli in Cina”

  • Fase 2: hotel al collasso, lavoratori alla fame. Confindustria Firenze: "Situazione sociale sarà drammatica"

  • Coronavirus: 3 nuovi casi, 6 decessi. Punto più basso dei ricoverati dal 9 marzo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento