Rapine in strada, da Napoli a Firenze per effettuare i colpi: arrestati due 'trasfertisti'

Identificati grazie alle telecamere

Sono stati arrestati dalla polizia mercoledì scorso, 3 aprile, gli autori della rapina in strada avvenuta in via Saba, in zona Campo di Marte, il 3 ottobre scorso, ai danni di un fiorentino di 79 anni.

L'anziano, che era stato seguito dai rapinatori in scooter, fu aggredito dopo che aveva aperto la porta dell'auto, di fronte a casa: i due rapinatori gli strapparono con violenza dal polso un rolex da 23mila euro.

L'individuazione dei responsabili è stata possibile grazie alle telecamere. Le indagini, condotte dalla squadra mobile della questura di Firenze, hanno permesso di ricostruire i movimenti dei malviventi.

Dopo la rapina, così è stato accertato, i due uomini andarono fino in piazza Indipendenza, dove li aspettava un complice alla guida di un furgone.

Cercando di non dare nell'occhio, entrambi i rapinatori entrarono nel furgone, uno alla volta, per cambiarsi gli abiti ed evitare eventuali riconoscimenti (tutti i movimenti sono stati ricostruiti grazie alle varie telecamere di videosorveglianza presenti in città), per poi soggiornare in un albergo dela zona.

Le indagini hanno permesso di ricostruire che lo scooter era stato trasportato a Firenze da Napoli. Si tratta di cosiddetti 'trasfertisti', un fenomeno di cui gli inquirenti segnalano numerosi casi: malviventi che vengono da fuori città, individuano una vittima, la seguono, la rapinano e poi tornano nella propria città.

Gli arresti, effettuati in collaborazione con la squadra mobile di Napoli, sono avvenuti nella città partenopea, emessi dal gip di Firenze su richiesta della procura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In carcere è finito un 46enne napoletano, autore materiale della rapina di ottobre (non è ancora stato possibile individuare l'altro uomo che era sullo scooter), mentre il 39enne complice che li aspettava con il pulmino, anche lui napoletano, è finito agli arresti domiciliari. Il 46enne è stato autore a Firenze di almeno un'altra tentata rapina, avvenuta in via Masaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, maxi-multa all'automobilista romantico: "Sto andando dalla mia fidanzata, mi manca"

  • Coronavirus, l'Einaudi Institute: "La Toscana arriverà per ultima a quota zero contagi"

  • Coronavirus: morto il primo medico fiorentino

  • Coronavirus: presto l'obbligo, si esce solo con la mascherina 

  • Coronavirus: fase acuta dell'emergenza, i casi nel Fiorentino 

  • Coronavirus: 173 nuovi casi e 18 decessi in Toscana 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento