Duomo: massacrato di botte per il cellulare 

Fermato un 37enne. Si era finto un pusher 

Una raffica di pugni al volto con il favore della notte per portargli via lo smarphone. E' successo martedì, poco dopo le 3, quando un 37enne marocchino ha avvicinato un giovane turista americano in Via Guelfa fingendo di volergli vendere della droga. Quando l'ha avuto a tiro l'ha sbattuto a terra e l'ha centrato con una serie di pugni. Quindi è fuggito verso via de' Cerretani. Il giovane, frastornato e con vistose ferite al volto e graffi alle braccia, è stato soccorso da un 25enne che stava passando in quel momento. E' stato lui poi ad allertare il 113. Le volanti della polizia, una volta diramata la descrizione, si sono messe sulle sue tracce e l'hanno rintracciato davanti al Duomo. Indosso al 37enne, già noto per reati contro il patrimonio, è stato trovato lo smartphone portato via poco prima. E' stato portato a Sollicciano con l'accusa di rapina. Il ventenne statunitense è stato accompagnato in ospedale, dove gli sono stati messi dei punti di sutura, e da cui è uscito con una prognosi di sette giorni. 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Prete arrestato per abusi sessuali su bambina: via al processo

  • Cronaca

    Sangue, per Natale lettera a tutti i neo 18enni: “Donate, gesto prezioso”

  • Cronaca

    Aeroporto, Nardella preme sulla nuova pista: “L'impatto sulle persone diminuirà”

  • Cronaca

    Viaggio nella mensa dei poveri, il racconto: “Perdendo il lavoro ho perso tutto”

I più letti della settimana

  • Neve intorno a Firenze / FOTO

  • Follia alla Leopolda: donna spinta sotto le auto in corsa

  • Paura allo Statuto: tentata rapina al Penny Market / FOTO

  • Maltempo: allerta meteo per neve e ghiaccio

  • Centro: turiste massacrate di botte da un rapinatore

  • Maltempo: allerta per vento e neve

Torna su
FirenzeToday è in caricamento