Nidiaci, protesta in piazza dei comitati: “E’ un controsenso” | FOTO

L'assessore alle politiche del territorio e patrimonio: "L'obiettivo raggiunto nella interlocuzione con il privato è quello individuato grazie al percorso di dialogo condotto con i cittadini"

Ieri pomeriggio i comitati dell'Oltrarno in strada per difendere il giardino e la ludoteca dei Nidiaci di via della Chiesa dopo che Palazzo Santerelli, luogo in cui si trovano gli spazi, è stato riqualificato per diventare edilizia residenziale. I comitati, si legge nel blog dedicato, invitano “il sindaco e l’amministrazione comunale a respingere accordi/beffa proposti dalla società Amore&Psiche, palesemente favorevoli agli interessi economici della stessa, ed a procedere con l’azione di esproprio dallo stesso sindaco indicata come praticabile e percorribile  (“rientrare in possesso della ludoteca e del giardino” Dario Nardella” dixit…), riconsiderando anche le (complementari…) vie delle azioni giudiziarie”.

Sulla vicenda è intervento anche l’assessore alle politiche del territorio e patrimonio Elisabetta Meucci. “L'intento dell'Amministrazione è quello di valorizzare uno spazio pubblico tra i più preziosi per l’identità di una parte della città individuando una soluzione concreta e dai tempi certi, che restituisce ai bambini dell'Oltrarno un luogo di socializzazione e di svago”.  

“L'obiettivo raggiunto nella interlocuzione con il privato – ribadisce l’assessore – è quello individuato grazie al percorso di dialogo condotto con i cittadini. Si tratta di una soluzione ad una questione molto intricata e controversa che va a favore degli abitanti della zona, consentendo di tornare a garantire un servizio che era venuto a mancare. In più, permette di riqualificare e ampliare un giardino storico e prezioso per la città. L’interesse dell’Amministrazione è e rimane quello di valorizzare al massimo questo spazio rendendolo il più possibile fruibile. Questa soluzione – aggiunge l’assessore Meucci – non solo incrementa il patrimonio comunale con un costo zero per l’Amministrazione, ma rispetto alle soluzioni valutate in passato, non va a ridurre altre offerte come il Centro giovani, che rimane nello stesso luogo”.

L’assessore sottolinea come le posizioni degli organizzatori della manifestazione, siano un controsenso poiché questa soluzione permette ai Nidiaci di continuare a vivere. “Chi chiede a gran voce di andare per vie legali non si rende conto che si tratta di una causa interminabile, dall’esito incerto e che di fatto congelerebbe il futuro del giardino e della ludoteca per molto tempo”.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • Sgombero in via Baracca: coinvolte decine di famiglie, caos traffico / FOTO

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento