Pronto Badante regionale: in un mese oltre 2mila chiamate

Quello di marzo è stato il primo mese di sperimentazione dell'estensione su base regionale del servizio di assistenza agli anziani

Nel mese di marzo 2016, primo mese dall'avvio della sperimentazione del progetto Pronto badante a estensione regionale, sono state 2mila212 le chiamate effettuate al numero verde regionale, lo 800-593388.

A seguito della chiamata è stato attivato il servizio che ha portato, entro massimo 48 ore dalla telefonata, a 507 visite domiciliari da parte dell'operatore autorizzato, che ha il compito di seguire l'anziano e i suoi familiari nelle prima fase di difficoltà in seguito a comparsa di situazioni di fragilità.

Nello stesso periodo di tempo sono state 306 le attivazioni effettive di voucher dell'Inps, 300 euro per aprire un rapporto di lavoro temporaneo con un o una assistente familiare.

"Dati positivi, una risposta che conferma l'esigenza di sostegno concreto da parte di anziani e familiari – commenta Stefania Saccardi, assessore regionale alla salute –. Con Pronto Badante è il cittadino che viene informato e tutorato a domicilio sulle possibilità di servizi disponibili sul territorio e adeguati al singolo caso, non l'anziano o il suo familiare che devono andare a cercare negli uffici queste informazioni".

Questa l'analisi delle fasce di età per le quali si sono registrati numeri più alti di visite domiciliari: 151 visite per la fascia 85-89, 121 per 80-84, 80 per la fascia 90-94 anni e 69 per la fascia 75-79. A prevalere le richieste di aiuto per donne anziane: 350, a fronte di 157 uomini (ma le donne sono più longeve).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quanto alla distribuzione territoriale delle richieste, ci sono zone come le Colline dell'Albegna e l'Amiata Grossetano o la zona di Firenze che hanno numeri molto elevati, altre zone come Apuane, Mugello, ambiti pisano, grossetano, fiorentino di nord-ovest e pratese con valori medi, mentre in pochi territori delimitati il progetto può radicarsi di più.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mick Jagger si trasferisce a Firenze

  • Santa Maria Novella: ragazzina presa a schiaffi e rapinata alla fermata dalla tramvia

  • Natalie Portman, lettera d'amore a Firenze: "La magia delle celle dei frati affrescate a San Marco, il gelato e..."

  • Scosse di terremoto nel Fiorentino

  • Scappano dal ristorante al mare senza pagare: 5 giovani fiorentini rintracciati e riportati a saldare il conto

  • Rissa all'Isolotto: resa dei conti in strada

Torna su
FirenzeToday è in caricamento