Dissequestro delle ex Poste, ma si attende il tribunale del riesame

Il gip di Firenze ha disposto il primo dissequestro delle ex Poste di via del Pratellino. Atteso per venerdì il secondo verdetto per procedere alla demolizione

Arriva un primo dissequestro a smobilitare la vicenda “ex Poste del Pratellino”. Oggi il gip ha disposto la rimozione dei sigilli dell’immobile, che in teoria avrebbe dovuto essere demolito due giorni fa, l’8 agosto. Il provvedimento permetterà di smontare le impalcature del cantiere utilizzate per la bonifica dall’amianto presente nella struttura. Il blocco dei lavori era scattato il 28 luglio dopo il presunto sversamento di liquidi di scarto all’interno della rete fognaria, da parte dell’azienda che stava eseguendo di risanamento.

12 AGOSTO  - Adesso c’è attesa per venerdì quando il tribunale del riesame si esprimerà sul secondo sequestro pendente sulla struttura, dopo il ricorso della società Gala, a cui la proprietà aveva promesso dall’immobile. Il Comune fa sapere che la società Gala a “non è mai diventata proprietaria dell'immobile e a giugno scorso il tribunale di Firenze ha dichiarato risolto il contratto preliminare di compravendita”. Nel caso il giudizio fosse favorevole a Palazzo Vecchio partiranno immediatamente le fasi di abbattimento del fabbricato.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, maxi-multa all'automobilista romantico: "Sto andando dalla mia fidanzata, mi manca"

  • Coronavirus, l'Einaudi Institute: "La Toscana arriverà per ultima a quota zero contagi"

  • Coronavirus: morto il primo medico fiorentino

  • Coronavirus: fase acuta dell'emergenza, i casi nel Fiorentino 

  • Coronavirus: presto l'obbligo, si esce solo con la mascherina 

  • Coronavirus: 173 nuovi casi e 18 decessi in Toscana 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento