Pratolino: trovate pistole con matricole abrase, caschi neri e cellulari. Due arresti

Tutto il materiale sequestrato era nascosto in un garage

Due uomini sono stai arrestati ieri dalla squadra mobile di Firenze per detenzione illegale di armi. I due, un 65enne originario di Palermo e un 50enne di origine calabresi, nascondevano una pistola semiautomatica calibro 22 in un fondo a Pratolino, poco fuori Firenze.

Le perquisizioni sono scattate ieri dopo un periodo di indagini, condotte dal vice questore aggiunto Antonio Nori. I due uomini a Pratolino sono noti come muratori, ed il fondo dove è stata ritrovata la pistola, avvolta in un calzino dentro un cassetto, è in teoria adibito proprio a magazzino degli attrezzi.

Oltre alla calibro 22 è stata ritrovata anche una pistola scacciacani (entrambe le pistole con le matricole abrase) con una cinquantina di colpi a salve, alcuni caschi da moto integrali neri e quattro telefoni cellulari.

Il 65enne è già noto alle forze dell'ordine per reati di droga e furti, commessi principalmente negli anni '80 e '90. Il 50enne è invece incensurato. I due sono stati arrestati e portati a Sollicciano, in attesa della convalida dell'arresto da parte del gip. La polizia indaga, anche considerando il materiale ritrovato, se le due persone possano essere stati responsabili di episodi criminosi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fratelli morti in hotel, l'autopsia: arresto cardiorespiratorio da intossicazione di stupefacenti

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Sylvie Lubamba: “Sono in crisi, ho chiesto il reddito di cittadinanza" 

  • 'Miss Nonna Italiana 2019': premiata anche una fiorentina

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Parcheggi sulle strisce blu: “Dal 2020 gratis per i residenti in tutte le Zcs”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento