Ponte Vespucci, l'automobilista: "I cartelli non indicano la chiusura della Ztl" / FOTO

Si tratta dell'uomo che ha ricevuto migliaia di euro di multe

Un automobilista aveva raccontato alla nostra redazione di aver ricevuto migliaia di euro di multe perché non era a conosceva della chiusura del varco Ztl nei pressi del ponte Vespucci. 

L'uomo oggi racconta che "in via Curtatone, sul ciglio della strada, proprio all’imbocco del Lungarno Vespucci, c’è un cartello segnaletico giallo, di circa 70x100 centimetri, ad altezza d'uomo, che indica la chiusura del Ponte Vespucci per lavori ed il percorso alternativo da fare che è: Lungarno Vespucci, piazza Goldoni, ponte alla Carraia".

Il cartello è lì sin dall'inizio dei lavori. Secondo l'uomo il cartello però non segnala che la porta telematica è stata nuovamente interdetta a coloro che non hanno il permesso.

"Un'amministrazione cittadina seria - continua l'uomo - doveva togliere o quanto meno cambiare la dicitura di questi cartelli, invece di inviare migliaia di euro di multe a casa di ignari cittadini che tutti giorni fanno il loro dovere, andando a lavorare, pagando regolarmente le tasse e seguendo la segnaletica stradale cittadina messa dall' amministrazione" 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colossale truffa nel mondo del vino: Brunello e Champagne falsi

  • Tragedia in centro: muore a 28 anni in un incidente stradale / FOTO

  • Incidente a Bagno a Ripoli: muore 38enne fiorentino 

  • Cosa fare questo fine settimana a Firenze

  • Bancarotte a "catena" nei ristoranti: arrestati imprenditori 

  • Il caso Palamara avvelena Firenze: giudice si prepensiona e accusa la presidente del Tribunale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento