Plastic free day a Firenze

Sabato 8 giugno unitevi a Prontopia per liberare Firenze dalla plastica. Ritrovo alle ore 10 in Piazza Vittorio Veneto.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

COMUNICATO STAMPA Con cortese preghiera di pubblicazione Anche quest’anno, in occasione del World Oceans Day, sabato 8 giugno, Prontopia promuove e partecipa al grande evento transnazionale di Plastic Free, una giornata dedicata alla pulizia di rifiuti plastici che invadono le rive dell'Arno a Firenze, del Tevere a Roma, i canali e la laguna di Venezia e le spiagge di Santa Barbara, in California, in contemporanea nelle 4 città. A Firenze ritrovo alle ore 10 in Piazza Vittorio Veneto, dove verrà distribuito tutto il necessario per la raccolta della plastica. Prontopia, vuole creare un momento di condivisione tra residenti, viaggiatori e organizzazioni internazionali per lanciare un messaggio chiaro: dobbiamo invertire la rotta per contrastare gli effetti negativi del sovraffollamento turistico e le sue conseguenze, come l'inquinamento dei corsi d’acqua. Grazie ai suoi Local, una preziosa rete di persone che vivono sul territorio, Prontopia può intraprendere azioni concrete per ottimizzare la gestione dei grandi volumi di turisti e migliorare così la qualità della vita a Firenze, come a Roma e Venezia. La diffusione di rifiuti di plastica in queste città rappresenta non solo un rischio per l'ambiente locale, ma si somma all'aggravarsi del problema globale: una comunità più pulita è una comunità più felice e dovremmo essere tutti orgogliosi dei luoghi in cui viviamo. A Santa Barbara, in California, Prontopia ha attivato una collaborazione Maps.com e Channel Keeper, la locale agenzia di vigilanza delle acque, una delle 200 realtà associative locali presenti in tutti e sei i continenti, che fanno parte di Waterkeeper Alliance. Secondo Shannon Kenny, CEO e fondatrice di Prontopia «questi eventi hanno il meraviglioso potere di veicolare dei valori, come quello di non lasciare traccia della nostra presenza quando visitiamo un luogo! Dovremmo tutti imparare a viaggiare con questa consapevolezza così da lasciare ogni città che visitiamo com'era prima del nostro passaggio. Quando i viaggiatori condividono parte della loro permanenza in città con un Prontopia Local, hanno la possibilità di viverla come se fossero a tutti gli effetti dei suoi abitanti. Questo è un primo passo verso la cittadinanza globale, la cura e il rispetto del luogo in cui ci si trova». Prontopia offre un’occasione unica per conoscere la città in modo autentico e genuino, attraverso gli occhi di un suo abitante. L’Organizzazione Mondiale del Turismo dell’ONU, ha stabilito che considerare i visitatori come ‘abitanti temporanei’ aiuta ad assicurare che i residenti, gli ospiti e gli ospitanti agiscano tutti insieme ed in modo univoco per il bene comune, rispettandosi reciprocamente. A Firenze, come a Roma e Venezia, i Local Prontopia sono già da tempo impegnati ad aiutare i viaggiatori a raggiungere le loro destinazioni e durante il percorso gli “abitanti temporanei” hanno l’opportunità di iniziare a conoscere la cultura locale, aspetti caratteristici, ristoranti tipici, botteghe di artigianato locale, immergersi già da subito nella vita quotidiana della città. Si ringrazia per il sostegno l’Associazione Plogging di Firenze

Torna su
FirenzeToday è in caricamento