Maltrattava i genitori: si presenta a casa con un coltello

E' successo a Pelago nonostante un divieto di avvicinamento. Arrestato dai carabinieri

Era stato arrestato per maltrattamenti nei confronti dei genitori e nonostante il divieto di avvicinamento si è presentato a casa loro con un coltello da cucina. E’ successo ieri sera, nel comune di Pelago. A dare l’allarme sono stati due coniugi, segnalando che il figlio 38enne non voleva andare via. I carabinieri di Pontassieve sono per questo intervenuti presso l’abitazione disarmando l'uomo e bloccandolo.

Arrestato il 26 agosto 2016 per maltrattamenti nei confronti dei genitori, il 13 aprile di quest’anno l'uomo aveva ottenuto la sostituzione della custodia cautelare in carcere con l’obbligo del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dai genitori e dal divieto d’ingresso nell’intero territorio del comune di Pelago. Da quella data il 38enne venne accolto presso una comunità di Firenze dalla quale si era allontanato lo scorso 1° giugno e per tale motivo ha deciso di tornare nell’abitazione dei genitori per restarci.

I carabinieri hanno tranquillizzato i due coniugi ed allontanato il figlio. Il 38enne è stato tratta in arresto per inosservanza alle prescrizioni imposte con la misura cautelare, per porto abusivo di oggetti ad offendere e per resistenza a pubblico ufficiale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Fiorentina: i giocatori tornano nell'albergo dove morì Astori

  • Cronaca

    Autorizzato il corteo di Forza Nuova a Prato, protestano Anpi e associazioni: “Decisione che indigna”

  • Cronaca

    Genitori Renzi: per il crack della cooperativa, a breve la decisione del Tribunale

  • Cronaca

    Lorenzo Orsetti, i genitori: "Vergognoso processare chi combatte l'Isis" / VIDEO

I più letti della settimana

  • Festa del papà: perché in Toscana si dice “babbo”

  • Siria: ucciso dall'Isis giovane combattente fiorentino

  • Rissa fra genitori: partita sospesa, bambini in lacrime

  • Sciopero mondiale per il clima: tutto pronto a Firenze

  • Accoltella il compagno al cuore e poi dà la colpa a uno straniero

  • Ucciso dall'Isis, la lettera d'addio di Lorenzo: “Sono morto facendo quello che ritenevo giusto”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento