Scandicci, via ai lavori per la nuova passerella: sarà pronta nel 2021 / FOTO

Attesa da decenni: collegherà Badia a Settimo alla stazione ferroviaria di San Donnino e alla futura linea 4 della tramvia

Il rendering della nuova passerella a Scandicci

Attesa da decenni, tornerà la passerella ciclo-pedonale sull'Arno a Scandicci, tra Badia a Settimo e San Donnino, a poco meno di un chilometro ad ovest del ponte autostradale dell'A1.

E' un 'ritorno' infatti, perché fino al 1973 una passerella in legno c'era, fondamentale per collegare gli abitati della riva sinistra (Ugnano, Badia a Settimo, San Colombano) all'altra sponda e soprattutto alla stazione ferroviaria, tuttora in funzione, di San Donnino, dalla quale oggi in 17 minuti si arriva alla stazione di Santa Maria Novella (evitando traffico e quant'altro).

Poi la rimozione e decenni di discussioni. Dopo 46 anni, ieri finalmente la posa della prima pietra della nuova struttura.

Presenti, tra gli altri, il sindaco di Scandicci Sandro Fallani, di Signa Gianpiero Fossi, di Lastra a Signa Angela Bagni, di Dario Nardella in quanto sindaco della Città Metropolitana (l'ente che finanzia completamente i lavori con circa 4,3 milioni di euro, attraverso i passati fondi governativi del 'piano periferie'). Per Campi Bisenzio c'era l'assessora Giorgia Salvatori.

“Ci siamo, la storia del ponte ha radici secolari e gli abitati delle due sponde torneranno ad essere un'unica comunità, come accadeva in passato”, esulta il sindaco Fallani.

La nuova passerella avrà una struttura portante a travata con un solo appoggio intermedio. Sarà lunga 181 metri e larga tra i 4,6 e i 5,9 metri, a dodici metri dal livello di magra dell’Arno. Previste anche 'opere di finitura' e 'arredo urbano di contorno', nuovi alberi e una pista ciclabile diretta al centro di Scandicci.

L'opera rientra nel progetto 'Parco Fluviale dell'Arno', fa parte del progetto di Ciclovia dell'Arno e mette in collegamento i percorsi pedo-ciclabili di riva sinistra (Scandicci - Lastra a Signa) con la Firenze-Signa posta sulla sponda destra (Signa, Campi Bisenzio).

La passerella, come detto, consentirà agli abitanti della riva sinistra di raggiungere la stazione FS di San Donnino e, in futuro, anche la fermata della linea 4 della tramvia Lepolda-Piagge-Campi Bisenzio, che sorgerà lì nei pressi.

Quanto ai tempi, si parla di un anno e mezzo di lavori: la nuova passerella dovrebbe quindi aprire tra primavera e estate del 2021(per maggiori info è stato attivato anche il sito www.passerellasandonnino.com).

Sì al Ponte del Giglio, alleggerirà l'Indiano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, altro caso sospetto a Firenze: il secondo tampone è positivo

  • Coronavirus, caso sospetto a Santa Maria Novella

  • Coronavirus: due i casi positivi in Toscana, dopo Firenze anche Pescia

  • Coronavirus: anche in Toscana nuove misure per chi torna dalla Cina

  • Lavoro: concorso per 84 assunzioni in Regione Toscana

  • Coronavirus, mistero sulla comitiva "fantasma" rientrata a Firenze dalla Cina

Torna su
FirenzeToday è in caricamento