Parco della Piana: 4,2 milioni per nuovi alberi e agricoltura

Approvato programma di imboschimento e promozione delle attività agricole: serve a mitigare impatto di inquinamento di autostrada, aeroporto e nuovo inceneritore

Piana: a destra il futuro inceneritore

E' stato approvato oggi dal Consiglio della Città Metropolitana l'accordo di programma per interventi di forestazione, imboschimento e promozione delle attività agricole nel Parco agricolo della Piana Fiorentina. L'accordo è stato sottoscritto da Città Metropolitana, Regione Toscana e comuni di Prato, Firenze, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Calenzano, Signa, Carmignano, Poggio a Caiano.

Il progetto di realizzazione del Parco viene delineato e finanziato sia nell'ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014 - 2020 sia nell'ambito del Documento di Economia Regionale 2016. Le risorse disponibili per la realizzazione degli interventi ammontano a 4 milioni e 250mila euro e sono a totale carico del bilancio regionale.

"L'atto registra l'importanza di mitigare i problemi ambientali della zona", dice Riccardo Lazzerini (Territori Beni Comuni) che si è astenuto sulla delibera. Nella zona della Piana già impatta infatti l'inquinamento derivante da autostrada, aeroporto (che sarà ampliato) e in futuro quello dell'inceneritore di Case Passerini, i cui lavori di realizzazione partiranno entro pochi mesi nonostante le proteste di numerose realtà locali e nazionali (sabato scorso 10mila persone hanno manifestato a Firenze contro la realizzazione dell'inceneritore).

"E' molto importante che la Regione riconosca il ruolo della Città Metropolitana anche in questo aspetto. Sono necessari interventi di ripiantumazione nell’area. La Regione deve procedere in questa direzione", dice Stefania Collesei (Pd).

La Regione è infatti individuata nell'accordo come soggetto attuatore degli interventi di piantumazione delle aree pubbliche messe a disposizione dai Comuni, la cui progettazione sarà elaborata dagli uffici regionali in raccordo con i Comuni.

Approvato all'unanimità anche un ordine del giorno che invita il Sindaco metropolitano (cioè Dario Nardella) ad attivarsi affinché la Città Metropolitana di Firenze svolga un ruolo di coordinamento tra le proprie attività di pianificazione strategica e territoriale e le iniziative operative che scaturiranno dall'attuazione dell'accordo di programma "al fine di renderle coerenti".

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Spioncino digitale: ecco come funziona e perchè sceglierlo

  • Furti in casa: tornano i contributi per l’installazione degli allarmi

I più letti della settimana

  • Incidente in montagna sulle Dolomiti: muore escursionista fiorentino

  • Meteo Firenze: allerta per pioggia e temporali

  • Comico toscano miracolato: cade un albero poco prima del suo passaggio

  • Incidente in Viale Redi: precipita nel Mugnone / FOTO - VIDEO

  • Terremoto: nuova scossa, la terra trema ancora

  • Terremoto a Forlì Cesena: la scossa sentita anche in provincia di Firenze

Torna su
FirenzeToday è in caricamento