Osmannoro: a fuoco discarica abusiva a cielo aperto, denunciati

Due persone hanno dato fuoco a scarti e altri materiali edili

A fuco materiali edili in una discarica a cielo aperto. E' successo questa mattina a Firenze nell'area dell'Osmannoro. La combustione stava sprigionando fiamme e fumo acre. Sono arrivati i carabinieri forestali di Ceppeto (Fi) che hanno visto due uomini mentre alimentavano l'incendio. 

I militari hanno identificati i due cittadini di origine albanese, le persone che stavano accudendo nonché alimentando il fuoco gettandovi degli scarti. I due dichiaravano di essere dipendenti di una ditta edile e che stavano eseguendo lavori di ripulitura/sistemazione dell’area adibita a deposito.

I due però stavano bruciando materiali come infissi/mobilia di legno trattati e verniciati e altri materiali prevalentemente lignei. I forestali hanno intimato i due albanesi di non proseguire l'attività e di provvedere a spegnere il cumulo in combustione ancora attivo. Dopodiché sono stati denunciati per il reato di smaltimento abusivo di rifiuti a mezzo abbruciamento. Le due persone sono poi state deferite all’Autorità Giudiziaria.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Arrestato corriere della droga: aveva in corpo 25 ovuli di eroina gialla, la più pericolosa

  • Cronaca

    Uffizi, ebbe un arresto cardiaco al museo: salvo per miracolo, dopo mesi termina la visita / FOTO

  • Economia

    Pasqua, 'crisi dell'agnello': acquisti a picco

  • Cronaca

    'Zone rosse', scatta il primo allontanamento ma è polemica: “Stavo andando al lavoro”

I più letti della settimana

  • Meningite: morta ragazza di 21 anni

  • Renzi furioso querela tutti: da Piero Pelù a Marco Travaglio

  • Baita abusiva in un bosco: sanzioni per migliaia di euro

  • Truffa dello specchietto: si rifiuta di dare soldi e viene accoltellato

  • Bagno a Ripoli: donna trovata morta in casa

  • Senza biglietto lancia pietre, calci e pugni: controllori in ospedale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento