Le OO.SS. dei tassisti fiorentini a favore della nuova pista dell'aeroporto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Le organizzazioni sindacali dei tassisti fiorentini accolgono con preoccupazione la sentenza del Consiglio di Stato che ha respinto il ricorso alla sentenza del TAR sulla VIA del Masterplan per la costruzione della nuova pista parallela dell’Aeroporto di Firenze e della nuova Aerostazione. Ritengono le scriventi che lo sviluppo dello scalo fiorentino sia condizione imprescindibile per garantire alla nostra città un servizio all’altezza dell’utenza locale, delle Aziende del Territorio e del flusso turistico che meritano di avere a disposizione un’infrastruttura troppo spesso penalizzata dalle attuali dimensioni e conformazione. Sono cronaca di questi giorni i dirottamenti e le cancellazioni di numerosi voli a causa di condizioni meteorologiche che sarebbero drasticamente ridotti, se non del tutto eliminati, con la pista di 2.400 metri parallela convergente all’autostrada e le nuove strumentazioni di cui sarebbe dotata. Senza dimenticare i disagi alla vivibilità degli abitanti delle zone limitrofe all’aeroporto, come Peretola, Brozzi, Le Piagge che quotidianamente devono convivere con i rumori degli apparecchi in fase di decollo ed atterraggio. Le OO.SS. dei tassisti fiorentini auspicano che, una volta conosciute le motivazioni che hanno portato all’odierna sentenza, Toscana Aeroporti, ENAC e le forze politiche locali possano celermente adottare le necessarie correzioni affinché il progetto di ampliamento possa essere portato a termine nel più breve tempo possibile. Si confermano ancora una volta, insieme a tutta la categoria che rappresentano, a fianco ed in supporto della crescita dell’Amerigo Vespucci affinché diventi un fiore all’occhiello per la nostra città e per i suoi utenti. CONFARTIGIANATO, SITAFI - FEDERTAXI CISAL, UIL, UNICA CGIL, URITAXI

Torna su
FirenzeToday è in caricamento