Nuovo Stadio, Nardella: “Incontro i Della Valle per rilanciare impegno comune”

Il sindaco dopo lo sfogo di Adv: “Siamo oggettivi, hanno portato la Fiorentina dalla C2 alla Champions League”

Nuovo stadio

A pochi giorni dall'annuncio del patron viola Andrea Della Valle della volontà di "fare un passo indietro", il sindaco Dario Nardella questa mattina è tornato a parlare di nuovo stadio e Fiorentina ai microfoni di LadyRadio.

“Credo moltissimo al progetto del nuovo stadio (presentato insieme da Nardella e Adv il 10 marzo scorso, ndr). E' un progetto difficile, un percorso complesso, però ho visto Diego e Andrea Della Valle molto motivati", dice il sindaco, che, a proposito di nuovo stadio, annuncia un incontro a breve con la proprietà, “per rilanciare l'impegno comune”.

Quanto allo sfogo del patron viola (“le offese dei tifosi non ci stanno”), queste le parole del sindaco. "Andrea ha parlato di un passo indietro, lo rispetto. Credo sia una pausa di riflessione per ragionare con attenzione per poter dare a città e tifosi una posizione e una prospettiva chiara".

Il sindaco chiede anche però ai tifosi di “non drammatizzare” e affrontare “le cose per come sono: i Della Valle sono imprenditori di successo che non amano perdere". Infine, due parole in difesa della proprietà: "Dobbiamo essere oggettivi: la famiglia Della Valle ha preso la Fiorentina nel 2002, in serie C2, e non mi pare che allora ci fosse la corsa di altri imprenditori per prendersela. Diamo a Cesare quel che è di Cesare: dalla C2 siamo andati in Champions League e in Europa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentati furti in casa: attenti alle fascette di plastica 

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Gavinana: senzatetto morta nei giardini / FOTO

  • Parcheggi su strisce blu: gratis per tutti i residenti a partire dal 30 marzo

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Fallita l'azienda fiorentina CHL. Anticipò Amazon e fu pioniera dell'e-commerce

Torna su
FirenzeToday è in caricamento