Partiti i lavori per la piantumazione di nuovi alberi in piazza Dalmazia

Le piante esistenti sono risultate a "rischio cedimento". Da qui il provvedimento di abbattimento e sostituzione

Sono partiti i lavori per la piantumazione di diciotto nuovi alberi tra piazza Leopoldo e piazza Dalmazia, e lungo viale Pieraccini: piante che sostituiranno tutte quelle risultate pericolose, dopo i controlli della Direzione ambiente. Gli alberi esistenti, infatti, sono stati sottoposti a indagini - Visual tree assessment (Vta)- e sono risultati a rischio immediato di cedimento. Monitoraggi che rientrano nel programma di controllo sulle alberature da parte dell'amministrazione, per preservare e incrementare il verde pubblico, garantendo la sicurezza dei cittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In piazza Dalmazia saranno abbattuti 5 ippocastani e un pino con sostituzione di 5 aceri e un pino. In piazza Leopoldo saranno tolti 7 tigli e 1 pino e piantati 9 tigli. In viale Pieraccini saranno tolte ceppaie e messi a dimora tre platani. Lunedì mattina si partirà da piazza Leopoldo mentre in piazza Dalmazia si inizierà nel pomeriggio per consentire il regolare svolgimento del mercato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 9 nuovi casi, focolaio a Impruneta

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Gignoro: malore per l'autista Ataf, perde il controllo del bus e si schianta. Chiusa via del Guarlone | FOTO

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

Torna su
FirenzeToday è in caricamento