Nidiaci: stop al parcheggio, giardino al Comune e arriva la ludoteca

Sbloccato un contenzioso fermo da anni

Il giardino dei Nidiaci diventa di proprietà comunale. Si chiude così una vicenda che andava avanti da anni, con il timore dei residenti che al posto dell'area verde fosse costruito un parcheggio.

Ieri la giunta di Palazzo Vecchio, su proposta dell'assessore all'urbanistica Giovanni Bettarini, ha infatti accettato la cessione gratuita da parte dei proprietari dell'area. Al Comune passa ufficialmente la gran parte dell'area verde. Ci sarà una continuità di accesso pubblico dall'entrata di via della Chiesa, passando per l'area verde fino al campo sportivo e agli spazi dove sorgerà la nuova ludoteca.

I timori dei residenti di perdere sia il giardino che la possibilità di avere una ludoteca erano iniziati nel 2009, quando gli eredi della famiglia Nidiaci vendettero l'immobile che affaccia sul giardino alla società Amore e Psiche di Salvatore Leggiero (in precedenza, pur esistendo un atto di donazione da parte della famiglia Nidiaci all'amministrazione comunale, la donazione dell'area non si era mai concretizzata).

L'imprenditore dopo il 2009 ha realizzato nell'immobile una dozzina di appartamenti, già venduti e dove ora abitano famiglie, con una parte dell'area verde che fu privatizzata. La restante parte dell'area verde, quella che i residenti temevano di perdere e di vedere trasformata anch'essa in parcheggi, ora è invece salva e diventa di proprietà del Comune.

Dopo la vendita del 2009 era rimasto aperto un contenzioso con il Comune sull'utilizzo degli spazi a piano terra (in precedenza utilizzati come ludoteca) e sull'utilizzo dell'area verde. Nel 2014 Leggiero si impegnò a sostenere la realizzazione di una nuova ludoteca, che finalmente arriverà.

Ieri è arrivato il primo passaggio formale, che sblocca la situazione. “Un accordo importante, l'area verde, già privata, torna finalmente, gratuitamente, al Comune e quindi ai cittadini ed il parcheggio è scongiurato”, commenta Bettarini.

Nell'accordo con Leggiero è inoltre previsto l'impegno dell'imprenditore a ristrutturare i locali della limonaia, che diventeranno la nuova ludoteca pubblica, nella parte di immobile già di proprietà comunale: il costo degli interventi, circa 250mila euro, sarà a carico del privato, il progetto sarà invece scelto dal Comune.

L'atto dovrà essere ora approvato dal consiglio comunale, il cui ok dovrebbe arrivare nel giro di qualche settimane. Poi seguirà la firma ufficiale dell'accordo. L'iter burocratico dovrebbe concludersi quindi tra circa un mese. Dopodiché potranno prendere il via i lavori per la ludoteca, che dovrebbero durare alcuni mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto: nuova scossa a Barberino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

  • San Godenzo: arrestato mentre attende il figlio all'uscita di scuola

Torna su
FirenzeToday è in caricamento