Borgo Allegri: esce dalla moschea con in tasca la cocaina 

Fermato dagli agenti del commissariato San Giovanni

Ieri pomeriggio la polizia ha arrestato un cittadino tunisino dopo averlo trovato in possesso di sei grammi di cocaina e 1300 euro in contanti di cui non sapeva giustificare la provenienza. Gli agenti del commissariato San Giovanni stavano tenendo d'occhio la zona di Sant'Ambrogio dopo alcune segnalazioni relative a spaccio di stupefacenti tra Via de' Macci e Via Ghibellina quando hanno notato il 28enne uscire dal luogo di culto di Borgo Allegri. 

L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, è stato fermato per un controllo quando gli è stato trovato indosso lo stupefacente e il pacco di banconote. 

Mentre gli agenti, coordinati dal primo dirigente Roberto Sbenaglia, controllavano il nordafricano, sull'utenza del 28enne sono arrivate numerose chiamate, motivo per cui gli agenti hanno convocato in in commissariato due presunti clienti. Quest'ultimi, entrambi italiani, avrebbero confermato l'attività di spaccio del 28enne. Inoltre uno dei due avrebbe spiegato che il tunisino cedeva gli stupefacenti con modalità simili a un banco dei pegni: durante il suo ultimo acquisto di cocaina, non avendo soldi per "saldare" il dovuto, avrebbe lasciato il suo smartphone del valore di circa 100 euro. Il 28enne, che è risultato essere non è in regola sul territorio, è quindi finito in manette per detenzione ai fini di spaccio. 

Centro: sniffata in centro all'ora di pranzo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Conte firma il nuovo decreto: l'elenco delle attività aperte

  • Coronavirus: dipendente Esselunga risultato positivo al Covid-19

  • Coronavirus, emergenza studenti fuori sede: “In 10mila non riescono più a pagare l’affitto”

  • Coronavirus: il quartiere è deserto e una famiglia di anatre arriva fino alla farmacia

  • Coronavirus: la foto in fila al supermercato diventa un simbolo 

  • Coronavirus: sì all'uso dei droni per monitorare gli spostamenti dei cittadini

Torna su
FirenzeToday è in caricamento