Calenzano: muore dopo un tuffo nel laghetto

La famiglia ha acconsentito all'espianto degli organi

Sì è spento martedì nell'ospedale di Careggi il 24enne pratese, residente con la famiglia nella zona di Mezzana, che sabato scorso è stato colto da un arresto cardiaco dopo un tuffo in un laghetto in località Chiusa a Calenzano. La notizia è riportata dalla Nazione che ha ricostruito l'accaduto.

Il giovane,  Yoan Mannino, stava trascorrendo la giornata di sabato insieme agli amici. Poi i giovani hanno cercato un po' di refrigerio facendo un tuffo nel laghetto. Dopo essersi immerso Yoan non è però riemerso. Sono stati i suoi amici, accorgendosi dell'accaduto, a recuperarlo.

Sul posto sono intervenuti i soccorsi sanitari che hanno cominciato le manovre di rianimazione. Il 24enne è stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva di Careggi fino a martedì quando i medici del nosocomio fiorentino non hanno  potuto far altro che constatare il decesso. La famiglia ha dato l'assenso alla donazione degli organi. Sulla vicenda non ci sarebbero indagini in corso, l'ipotesi prevalente è che si possa essere trattato di un malore.  

Muore in centro per un malore

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento