E' morto il tassista in coma: cordoglio per Gino Ghirelli

Le parole di vicinanza a Gino e alla sua famiglia di Claudio Giudici

Dopo due anni di coma Gino Ghirelli è morto. Un giorno di lutto per la sua famiglia e la comunità dei tassisti. Il 69enne era stato colpito il 12 luglio 2017 da una coppia in piazza Beccaria dopo una corsa sul suo taxi. Il 69enne, dopo aver segnalato la vicenda alla centrale del 4390, era tornato a casa dicendo di non sentirsi bene. Fu la figlia dell'uomo a trovarlo svenuto in casa: era riverso a terra e respirava a fatica. 

Un anno dopo, il 10 novembre 2018, i due 23enni accusati di averlo aggredito sono stati assolti per legittima difesa.

Le parole di vicinanza a Gino e alla sua famiglia di Claudio Giudici, presidente Nazionale presso Uritaxi "Ci ha lasciati il collega Gino Ghirelli. Dopo oltre due anni di coma - era il 12 luglio 2017 quando vi cadde dopo una vile aggressione sul lavoro da parte di due uomini -, a pochi giorni da quel Natale che lui abitualmente festeggiava vestito da Babbo Natale, portando doni ai bambini presso le scuole dell’Isolotto, ci ha salutati. Gino è stato vittima di una cultura bullista che non ha rispetto di chi lavora. Ci sono culture oggi, anche più arretrate della nostra, che hanno profondo rispetto per anziani, bambini e chi si trova sul lavoro. La tragica scomparsa di Gino è un monito al nostro tempo, alla nostra società, a ritrovare civiltà, sensibilità e delicatezza per tutto ciò. Un monito rivolto all’uomo della strada e a chi è guida, legislatore e giudice delle comunità. Noi lavoreremo per fare giustizia per questa sua violenta scomparsa. Ciao Gino e, seppur nella tristezza del momento, buon Natale a te ed alla tua famiglia".

Le prime notizie dell'aggressione il 13 luglio 2018

Aggressione: indagati due 20enni il 14 luglio

Il corteo per Gino, 90 giorni dopo l'11 ottobre 2017

Taxi fermi per Gino in coma da 180 giorni il 10 gennaio 2018

La lettera della figlia per il compleanno di Gino il 2 agosto 2018

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, altro caso sospetto a Firenze: il secondo tampone è positivo

  • Coronavirus, caso sospetto a Santa Maria Novella

  • Coronavirus: due i casi positivi in Toscana, dopo Firenze anche Pescia

  • Coronavirus: anche in Toscana nuove misure per chi torna dalla Cina

  • Lavoro: concorso per 84 assunzioni in Regione Toscana

  • Coronavirus, mistero sulla comitiva "fantasma" rientrata a Firenze dalla Cina

Torna su
FirenzeToday è in caricamento