Danneggiamento a Montelupo: ubriaco distrugge scultura di ceramica / FOTO

L'uomo ha preso a calci l'opera

L'opera distrutta (fonte sindaco Masetti)

Ieri sera i carabinieri hanno denunciato in stato di libertà un 51enne polacco, senza fissa dimora,  dopo che è stato sorpreso a prendere a calci una delle sculture in ceramica (rappresentanti ciclisti) di Via Rovai. A dare l'allarme è stato un cittadino. L’uomo, ubriaco, è stato immediatamente bloccato e accompagnato in caserma e denunciato in stato di libertà per danneggiamento e ubriachezza molesta.

Il rapido intervento della comunità è stato riconosciuto dal sindaco di Montelupo Fiorentino Paolo Masetti: "Una persona adulta, in stato di ubriachezza, è stata prontamente fermata dai Carabinieri per aver danneggiato una delle biciclette in ceramica opera del cantiere Lo-2.0 condotto da Eugenio Taccini e Marco Bagnoli. Ringrazio la locale stazione dei Carabinieri efficientissima come sempre, il sistema di sicurezza della festa coordinato dalla Vab, i volontari della Racchetta, Misericordia e della Pubblica Assistenza di Montelupo, gli agenti della PM, il responsabile del patrimonio, i miei assessori presenti in festa, e i cittadini che si sono attivati subito per avvisarci dell'accaduto. È questa la comunità resiliente che mi piace e di cui sono fiero. Intervenire subito fa sempre la differenza".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Aeroporto Peretola: sciopero degli aerei, disagi

  • Cronaca

    Maxi incendio sulle colline di Fucecchio: evacuato un centro ippico

  • Politica

    Matteo Renzi: perde 10 chili e esulta

  • Guida

    Scuola: iscrizioni per l'anno scolastico 2019-2020

I più letti della settimana

  • Festa del papà: perché in Toscana si dice “babbo”

  • Siria: ucciso dall'Isis giovane combattente fiorentino

  • Rissa fra genitori: partita sospesa, bambini in lacrime

  • Autostrada A1: incidente tra mezzi pesanti, un morto

  • Ucciso dall'Isis, la lettera d'addio di Lorenzo: “Sono morto facendo quello che ritenevo giusto”

  • Largo Annigoni, derubati e poi pestati di botte: gravi due giovani

Torna su
FirenzeToday è in caricamento