Moda, Pitti Uomo 2018: impazzano le righe / FOTO

Si è aperta oggi la kermesse internazionale della moda che anticipa le tendenze della stagione primavera-estate del 2019

Righe, righe e ancora righe. Di tutti i colori e di tutte le grandezze. E’ questo il trend della stagione primavera-estate 2019. Tutto l’allestimento della 94esima edizione di Pitti Uomo, che si è aperta questa mattina alla Fortezza da Basso, è infatti in tema righe. Un bar bianco e blu con piscina saluta i visitatori che arrivano nel cortile della struttura. “Le righe stanno bene su tutti”, assicurano i fratelli Marmora (direttamente da Potenza) che qui sono di casa e precorrono le tendenze modaiole di ogni stagione.

Alla manifestazione internazionale, punto di riferimento per la moda uomo, sono presenti 1.240 marchi, di cui 561 esteri (45% del totale). La cerimonia di inaugurazione ha visto la prima uscita ufficiale del neoministro dei beni culturali e del turismo Alberto Bonisoli. "Firenze è uno dei posti principali dove la cultura italiana diventa visibile in tutte le sue forme - ha detto Bonisoli - questa è una vetrina fondamentale per il nostro Paese: quello che accade qua ha rilevanza mondiale, e dobbiamo avere la massima attenzione, la massima cura e tutto il nostro impegno per supportare lo sviluppo della cultura attuale e futuro su Firenze". L’inaugurazione si è tenuta nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. Erano presenti, tra gli altri, il sindaco Dario Nardella, Andrea Cavicchi, presidente del Centro di Firenze per la Moda Italiana, Claudio Marenzi, presidente di Pitti Immagine e presidente di Confindustria Moda, Michele Scannavini, presidente di Ice, Marino Vago, presidente di Smi.

L’innovativo concept della kermesse si chiama P.O.P Pitti Optical Power e viene definita dagli organizzatori una festa visuale e virtuale che stimola nuovi orizzonti della percezione e della prospettiva delle cose. Un innovativo design curato dal life-styler Sergio Colantuoni che per la prima volta lavora con la fiera fiorentina. L’edizione 94 è caratterizzata da una forte attenzione all’ambiente (è stata presentata la prima membrana biodegradabile prodotta) e anche alle politiche di genere.

pitti94 (68)-2

Arkistar ha presentato in fiera le prime scarpe gender-less create da Alberto Del Biondi. “Non sono delle semplici ginniche - precisa l’azienda - la forma della scarpa è libera e fluida come i consumatori di oggi che vogliono raccontare se stessi oltre ogni classificazione di genere”.   

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo morto nella sua auto: è il genero di Roberto Cavalli

  • Tramvia sovraffollata, la Cgil: “Situazione insostenibile"

  • Via Palazzuolo: completamente nuda semina il panico in strada

  • Aeroporto di Peretola: nuovi voli da Firenze grazie a Vueling

  • Versilia: fiorentina muore durante una gita in montagna

  • Piero Pelù si è sposato con Gianna / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento