Rovezzano, residente esasperato minaccia una lucciola con un fucile ad aria compressa

Un assicuratore di 59 anni ha puntato la carabina ad aria compressa contro una prostituta. La lucciola ha chiesto l'intervento dei carabinieri che hanno denunciato il fiorentino per minacce

Non voleva più vedere le lucciole sotto casa essere affiancate dalle auto. Per questo un assicuratore fiorentino di 59 anni, stufo dell'andirivieni di 'clienti' e della sporcizia sotto il suo condominio, ha impugnato un fucile ad aria compressa puntandolo contro una prostituta bulgara di 26 anni. L’episodio è avvenuto mercoledì sera in via Vittorio Emanuele Orlando, zona Rovezzano.

Esasperato dal meretricio, l'uomo ha impugnato l'arma e si è diretto verso una delle donne che si stavano prostituendo nei paraggi della sua abitazione, intimandole di andarsene. L’arma era regolarmente detenuta.

La bulgara però ha avvisato il 112 e una pattuglia dell'Arma è andata immediatamente sul posto, riuscendo a rintracciare l'assicuratore che, dopo la sfuriata, era rientrato in casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo la linea 1: camion si schianta sulla tramvia / FOTO

  • Le Frecce tricolori volano "a domicilio": il giro d'Italia passa da Firenze

  • Santa Maria Novella: ragazzina presa a schiaffi e rapinata alla fermata dalla tramvia

  • Palazzo Vecchio senza soldi, Nardella: “Vado a cercarli in Cina”

  • Fase 2: hotel al collasso, lavoratori alla fame. Confindustria Firenze: "Situazione sociale sarà drammatica"

  • Natalie Portman, lettera d'amore a Firenze: "La magia delle celle dei frati affrescate a San Marco, il gelato e..."

Torna su
FirenzeToday è in caricamento