Minaccia l’ex moglie e tenta di violentarla ai giardini, condannato

Un 45enne è stato condannato dopo aver minacciato l'ex e tentato di violentarla all'interno di un giardino. La motivazione alla base di tutto sarebbe la gelosia

Un italiano di 45 anni è stato condannato a sei anni di reclusione dopo aver protratto le minacce, anche di morte, contro l'ex moglie arrivando fino al punto di tentare di violentarla puntandole un cacciavite alla gola.
In base a quanto ricostruito dalla procura fiorentina, l'uomo, già in carcere per le minacce all’ex compagna 23enne, una volta uscito avrebbe continuato a perseguitarla, insultandola per strada e chiamandola continuamente al cellulare.

In un'occasione, nell'agosto 2012, l'avrebbe seguita ai giardini pubblici di via del Mezzetta, e, dopo averle tolto il passeggino del figlio, l'avrebbe costretta a seguirlo per poi tentare di violentarla, sotto minaccia di un cacciavite.

L'uomo sarebbe stato mosso anche dalla gelosia: in varie occasioni avrebbe minacciato la ex moglie per farsi dire il nome del suo nuovo compagno.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fratelli morti in hotel, l'autopsia: arresto cardiorespiratorio da intossicazione di stupefacenti

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • Vedere Richard Gere a Firenze: ecco come fare 

  • Fiorentina, Nardella: “Nuovo stadio a Campi? Mi opporrò con tutte le forze”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento