Centro: minaccia passanti con un coltello maculato, fermato

L’uomo era completamente ubriaco

Totalmente ubriaco ha seminato il panico tra via Gioberti e piazza dei Ciompi, andando a giro a bordo della sua mountain bike e minacciando le persone con un coltello. La sua corsa è finita in piazza dei Ciompi dove è stato fermato dalla polizia.

Intorno alle 22 di ieri un 34enne (di nazionalità georgiana, incensurato e regolare in Italia) è arrivato a bordo della sua mountain bike nera in via Gioberti dove ha iniziato a infastidire i clienti dei locali minacciandoli con un coltello con il manico arancione maculato (ben riconoscibile).

E’ stato allontanato e, sempre a bordo della bici, ha attraversato piazza Beccaria e Borgo la Croce. Qui ha urtato un dipendente di un ristornate greco, che in quel momento era fuori dal locale, anche lui è stato minacciato con il coltello. Non contento il 34enne ha cercato di entrare nel locale ma è stato allontanato dai ristoratori.

E’ salito a bordo della sua bici ed è arrivato in piazza Sant’Ambrogio dove ha continuato a minacciare le persone con l’arma e a inveire contro di loro.

La polizia è riuscita a rintracciarlo in piazza dei Ciompi. Il 34enne aveva addosso il coltello con il manico maculato, gli agenti hanno quindi compreso che si trattava della stessa persona che stava disturbando la serata nel centro di Firenze. I poliziotti hanno subito capito che l’uomo era in evidente stato di ebrezza.

Il georgiano è stato portato in Questura e denunciato per  minacce aggravate, possesso ingiustificato di strumenti atti a offendere e ubriachezza manifesta.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firenze Rocks 2020: fan in fermento per la quarta edizione

  • Via Palazzuolo: completamente nuda semina il panico in strada

  • Versilia: fiorentina muore durante una gita in montagna

  • Incidente sull'autostrada A1: feriti e code per chilometri

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Aeroporto di Peretola: nuovi voli da Firenze grazie a Vueling

Torna su
FirenzeToday è in caricamento