Giornata della cannabis: messaggio del barista prima del suicidio assistito

Il toscano malato che si è sottoposto a suicidio assistito: "L'unica che fa sparire tutti i dolori e gli spasmi"

“Sono Davide Trentini, sono qui in Svizzera per porre fine a tutti miei dolori. Sono malato di sclerosi multipla, ho provato di tutto, niente è riuscito a far niente. Riesco a star meglio solo perché la Regione Toscana da circa due anni mi dà la marijuana che mi fa sparire completamente gli spasmi”.  L'associazione Luca Coscioni pubblica oggi, in occasione della Giornata mondiale della marijuana, una testimonianza in favore della legalizzazione della cannabis rilasciata da Davide Trentini - il barista toscano di 53 anni , morto dopo essersi sottoposto a suicidio assistito in Svizzera perchè malato di sclerosi multipla.