Mercato di Scandicci al buio: intervento da 150mila euro

Gli ambulanti sono stati otto mesi al buio, senza avere risposte. La novità: a gennaio l'inizio dei lavori

Una foto scattata durante la manifestazione del 14 ottobre

Da febbraio è calata l'ombra sul mercato settimanale di Scandicci, non in senso figurato ma realmente. Da otto mesi gli ambulanti che ogni sabato si trovano in piazza non possono usufruire della corrente elettrica. Ma, come una luce in fondo al tunnel, ecco una risposta: a gennaio 2020 inizieranno i lavori. Questo è quanto emerso dall'incontro avvenuto questo martedì (22 ottobre) tra associazioni di categoria (in realtà era presente solo Assidea: Associazione che tutelare gli interessi della categoria degli operatori di mercato su area pubblica) e l'assessore allo sviluppo economico Andrea Franceschi del comune. A fine gennaio 2019, durante un sopralluogo è risultato che l'impianto elettrico non fosse a norma e, secondo quanto detto dall'assessore, delle radici di pino avrebbero anche danneggiato dei cavi. I mesi sono passati e nonostante i commercianti avessero chiesto al Comune di risolvere la situazione prima dell'arrivo di settembre, il 14 ottobre, stanchi di essere al buio, hanno manifestato armati di striscioni - alcuni pungenti - e candele

Dopo molto tempo e numerosi disagi - soprattutto per chi vende prodotti deperibili ed ha bisogno dei frighi - una notizia certa e positiva: a gennaio l'inizio dei lavori e dopo due mesi circa (marzo 2020) la piazza del mercato avrà una nuova illuminazione.

"Sarà un progetto da 120mila euro - spiega l'assessore Franceschi -, non si trattava solo di cambiare una lampadina. Dopo il sopralluogo era risultato essere fuori norma l'impianto e quindi siamo stati costretti a pensare ad un progetto per modificare tutta la piazza, i lavori dovrebbero durare due mesi. Se tutto va bene a marzo tornerà la luce". L'assessore aggiunge che la volontà del comune è quella di andare incontro ai commercianti do uno degli eventi di punta del turismo e del commercio di Scandicci, anche per questo sono stati stanziati altri 30mila euro per creare delle colonnine ad uso degli ambulanti che commerciano cibo (i lavori dovrebbero essere completati entro la fine del 2019).

"Siamo felici di avere finalmente una risposta, abbiamo passato mesi di incertezza tra incontri e promesse - afferma Alessio Pestelli presidente di Assidea e operatore di mercato -. Siamo giunti ad un accordo con il Comune: in questi mesi invernali potremo usare dei generatori, ma senza farne un uso spropositato e accordandoci tra di noi, non sarà facile, ma ci riusciremo". Pestelli, dopo l'incontro di martedì, è fiducioso che possa iniziare un dialogo produttivo con il Comune e magari riuscire ad ottenere qualche collaborazione per sponsorizzare e pubblicizzare maggiormente il mercato.

La scelta di far partire la riqualifica ad anno nuovo è stata dettata dalla volontà di non intaccare le vacanze natalizie "il progetto necessita di un'operazione molto invasiva che porterà allo spostamento anche di alcuni banchi" continua Franceschi.

Il progetto per la piazza

In totale saranno spesi 150mila euro per dare nuova luce alla piazza, ma la volontà è quella di creare un ambiente più pratico e bello. "Migliorare la piazza, i posti auto per persone con disabilità che adesso sono invasi dalle radici, togliere i pini e mettere alberi più adatti" questi sono alcuni dei punti del progetto per il miglioramento della piazza che, assicura l'assessore Franceschi, inizierà a prendere forma entro il 2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Sgombero in via Baracca: coinvolte decine di famiglie, caos traffico / FOTO

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento