San Lorenzo, il Mercato Centrale diventa 'SloWrenzo': sconti e spesa a domicilio per il rilancio / FOTO

Il presidente del consorzio Manetti: “Ci rinnoviamo mantenendo tradizione e qualità”

Da sinistra Storace, Spagni, Gianassi, Manetti e Sguanci

Dopo 145 anni di gloriosa attività il 'Mercato Centrale di San Lorenzo' dice addio al 'vecchio' nome. Da oggi, dopo la già avvenuta 'conversione' alla ristorazione del primo piano, il raggruppamento dei 98 operatori del piano terra si chiamerà 'SloWrenzo Storico Mercato Centrale'.

“Un nuovo nome che evoca la politica 'slow' che vogliamo perseguire”, spiega il presidente del consorzio, che raggruppa i 98 banchi di ortfofrutta, pescheria, macelleria e quant'altro, Massimo Manetti.

“Ci rinnoviamo nel solco di tradizione e qualità. Non è solo un mercato ma un punto di riferimento per la vita economica e sociale del quartiere e della città”, dice Manetti, annunciando diverse novità.

Oltre al nuovo nome, che a qualcuno farà storcere il naso, e al nuovo simbolo (disegnato dall'architetto Nicola Spagni con Diletta Storace) da gennaio a giugno prossimo è previsto lo sconto del 10% sulla spesa effettuata nelle botteghe che aderiranno all'iniziativa, tramite la 'SloWrenzo card', che sarà possibile ritirare a partire dal 9 dicembre all'ingresso del mercato (l'iniziativa è riservata ai circa 69mila residenti del Quartiere 1).

“Un modo per promuovere il mercato. Arriverà anche un servizio di spesa a domicilio, per acquistare in loco il necessario e farselo recapitare a casa”, prosegue Manetti.

Dal 31 ottobre a fine novembre poi in vendita al piano terra anche lo 'slow sacchetto' in tela al posto di quelli in plastica, a 1,50 euro, "riutilizzabile, perché vogliamo essere vicini all'ambiente”.

Al lancio delle iniziative (tutte promosse e finanziate dal Consorzio), erano presenti questa mattina anche il presidente del Quartiere 1 Maurizio Sguanci e l'assessore alle attività produttive Federico Gianassi.

Nel 2020 infine, come confermato da Gianassi, via ai lavori di ripavimentazione: Palazzo Vecchio ha stanziato 800mila euro, il primo lotto dovrebbe partire a febbraio-marzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

  • Violenza inaudita a Rufina: segregata e violentata per un mese dall'ex cognato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento