Mense scolastiche, è ancora bufera: 'sciopero' del pranzo per centinaia di bambini

I genitori per protesta hanno preso da scuola i bambini e li hanno fatti mangiare al ristorante o il cibo di casa

E' ancora bufera sulle mense scolastiche. L'ultimo episodio è avvenuto ieri, come raccontano oggi Repubblica Firenze e Corriere Fiorentino: 'sciopero' del pranzo per centinaia di bambini alle scuole Pestalozzi, Vittorio Veneto e Serristori.

In sostanza, moltissimi bambini (il Corriere parla di 250) sono stati presi dai genitori all'ora di pranzo e, al posto della mensa, portati a mangiare nei bar – ristoranti della zona o con cibo preparato da casa.

L'ennesima protesta è arrivata dopo che la settimana scorsa alcune mamme avevano denunciato, nel centro cottura della Vittorio Veneto, scarse condizioni di igiene e anche escrementi di topo (il Comune ha effettuato controlli la mattina seguente affermando di non avere riscontrato tali condizioni).

Fatto sta che ieri è andata in scena lo 'sciopero' e che i genitori starebbero già pensando alla stessa clamorosa forma di protesta anche per giovedì prossimo, 19 dicembre, chiedendo nel frattempo chiarimenti a Palazzo Vecchio sull'assegnazione di alcuni lotti del bando di gara alla Dussmann Service (azienda al centro della bufera).

Secondo quanto scrive Repubblica la Cirfood, che in passato ha gestito alcuni centri cottura, avrebbe peraltro già fatto ricorso al Tar contro la stessa Dussmann in merito all'aggiudicazione del lotto 1 del bando per i servizi mensa. Il cibo già preparato ieri e inutilizzato è stato donato dal Comune alle mense per i poveri della Caritas.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi incidente a Ponte a Greve: traffico bloccato / FOTO

  • Scandalo parcheggi abusivi, raffica di arresti. In manette anche il capo dei controllori Sas

  • I mercatini di gennaio a Firenze

  • Forza le ganasce e le lascia in mezzo alla piazza: "Non avevo i soldi"

  • Incidente a Novoli: traffico bloccato / FOTO 

  • Furto al Decathlon di Novoli: finisce in ospedale per meno di 5 euro

Torna su
FirenzeToday è in caricamento