Meningite: muore bimbo di otto mesi

Affetto da pneumococco, il ceppo della malattia non trasmissibile

Un bambino di otto mesi è morto nel tardo pomeriggio di ieri all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze dove era stato ricoverato per una meningite da pneumococco. Il piccolo, trasportato all'ospedale pediatrico fiorentino sabato scorso dal Mugello, dove abitava con i suoi genitori, presentava febbre alta, rigidità fisica e difficoltà respiratorie. In seguito agli esami effettuati dal laboratorio di analisi dell'ospedale Meyer i medici hanno diagnosticato la meningite da pneumococco.

Da quanto si apprende, il bambino era in regola con il calendario vaccinale della sua età anagrafica, che prevede la somministrazione di dosi di vaccino contro lo pneumococco a 3 e sei mesi con un richiamo poi a 15 mesi.

La meningite pneumococcica non è contagiosa, a differenza della meningite meningococcica, per la quale gli uffici dell'igiene pubblica della Asl di riferimento avrebbero dovuto far scattare la profilassi antibiotica su tutte le persone che hanno avuto contatti prolungati e in ambienti chiusi col paziente negli ultimi 15 giorni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente stradale, auto fuori strada: morto un giovane di 26 anni

  • Cronaca

    Restauro completato: dopo un secolo zampillano di nuovo le fontane alle Rampe del Poggi / FOTO

  • Cronaca

    Droga, cocaina nascosta nei calzini per spacciare e a casa 16mila euro: arrestati due giovani

  • Meteo

    Maltempo: nuova allerta meteo per pioggia

I più letti della settimana

  • Uomo in Arno: muore dopo essere stato recuperato dai soccorsi

  • La star a Firenze: caccia al set fotografico / FOTO

  • Villa Vittoria, la giungla metropolitana di Firenze | FOTO

  • La Mille Miglia fa tappa a Firenze: auto sfilano nel centro storico

  • Bancarotta fraudolenta e evasione fiscale: otto arresti, tra cui un avvocato 

  • Giovane detenuto morto nel carcere di Sollicciano

Torna su
FirenzeToday è in caricamento