McDonald's in piazza Duomo, Nardella: "Già tanti 'troiai' "

Il sindaco: "Tutto il possibile per evitare che apra in piazza del Duomo"

L'immagine del gruppo Facebook 'No Mc Donald in piazza Duomo'

"Dire che ci sono già tanti troiai in centro e che averne uno in più non cambi niente non è un'argomentazione da prendere in considerazione". Usa un linguaggio colorito oggi il sindaco Dario Nardella, in consiglio comunale, nel dibattito intorno all'eventuale apertura del marchio americano nel luogo simbolo d'eccellenza di Firenze. Nardella difende dunque la sua posizione, contraria all'apertura del Mc Donald's in piazza Duomo negli spazi che ora ospitano Universo Sport. La posizione dell'amministrazione comunale non era così scontata dopo le parole, la scorsa settimana, dell'assessore allo sviluppo economico Giovanni Bettarini, che aveva aperto alla possibilità parlando di una trattativa in corso. Dichiarazioni che furono duramente criticate dalle opposizioni.

"Grazie al 'Regolamento Unesco' dello scorso gennaio abbiamo posto un argine contro la totale deregulation delle attività commerciali, un argine necessario a salvaguardare attività storiche e patrimonio culturale fiorentino", spiega Nardella, che esprime una forte contrarietà all'apertura di Mc Donald's al Duomo e lancia un appello agli imprenditori fiorentini: "Si facciano avanti per aprire un'attività di pregio negli spazi che rimarranno liberi".

"Grazie all'approvazione del decreto Franceschini, dopo l'estate avremo ancora più strumenti per difendere le attività storiche ed evitare la degenerazione di qualità e tradizione che abbiamo visto in centro storico", prosegue Nardella, che annuncia, per dopo l'estate, una mappatura delle attività storiche sia in centro che in periferia, e una successiva stesura di limiti (a partire da tipologia merceologica e filiera corta) da rispettare per aprire nuove attività.

Quasi tutto il consiglio comunale accoglie con favore le parole del sindaco. Critica solamente Forza Italia: "Come si permette a dire di voler fare tutto il possibile per bloccare Mc Donald's? E' un privato che viene a portare posti di lavoro", dice il capogruppo Jacopo Cellai, che aggiunge: "Lei guida Firenze in base ai like su Facebook? Pare infatti che abbia cambiato idea dopo i 16mila 'mi piace' presi in pochi giorni dalla pagina 'No Mc Donald's in piazza Duomo'".

"Io a Mc Donald's ci ho lavorato e quello non è un lavoro dignitoso", risponde a Cellai Miriam Amato, di Alternativa Libera. "Bene che non apra Mc Donald's al Duomo, ma ricordiamoci che ce n'è già uno a pochi metri da lì, in via Cavour", ricorda Tommaso Grassi (Firenze riparte a Sinistra).

Il decreto legislativo Franceschini, approvato recentemente dal consiglio dei ministri e citato da Nardella, dovrebbe entrare in vigore dopo l'estate, dando più armi ai sindaci nel consentire o meno aperture di nuove attività commerciali. "Cerchiamo di scongiurare il rischio - conclude Nardella -, che il centro storico diventi un unipark del turismo".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo morto nella sua auto: è il genero di Roberto Cavalli

  • Tramvia sovraffollata, la Cgil: “Situazione insostenibile"

  • Via Palazzuolo: completamente nuda semina il panico in strada

  • Versilia: fiorentina muore durante una gita in montagna

  • Aeroporto di Peretola: nuovi voli da Firenze grazie a Vueling

  • Piero Pelù si è sposato con Gianna / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento