Matrimonio da incubo: maltrattata per anni, marito arrestato

Moglie vittima di abusi sessuali, minacce, maltrattamenti e derubata

Picchiava, violentava e rubava il magro stipendio della moglie. Per questo un 38enne originario della Georgia, residente a Empoli, è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Montelupo Fiorentino per maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale, furto e rapina nei confronti della moglie, una connazionale di di 48 anni

La relazione tra i due era iniziata nel 2011 e, mentre lei lavorava in Italia come badante, lui era rimasto in Georgia finché, nel 2017, si era trasferito in Italia dando inizio all'incubo della donna. I maltrattamenti erano iniziati proprio nel novembre 2017 quando l'uomo aveva cominciato ad offendere quotidianamente la moglie, umiliandola e minacciandola anche con un coltello. In diverse occasioni la donna era stata anche picchiata e colpita con calci, schiaffi e pugni venendo trascinata molto spesso per i capelli.

L'uomo, descritto negli atti giudiziari come possessivo e violento, più volte si era presentato presso l'abitazione dove la moglie lavorava come badante minacciandola e offendendola.

La situazione è degenerata nel dicembre del 2018. Mentre il 38enne stava andando verso la stazione di Montelupo Fiorentino l'aveva aggredita e, dopo averla colpita e strattonata per i capelli, le aveva rubato il telefono svuotandole poi addosso una bottiglia d'acqua; quindi l'aveva portata fino all'abitazione dove lavorava e lì le aveva rubato anche il tablet, prima di allontanarsi. In quell'occasione era intervenuta una pattuglia dei carabinieri che aveva convinto la donna a denunciare la sua situazione.

Lo stesso giorno la donna era stata accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale di Empoli e il marito, venuto a conoscenza della situazione, era arrivato all'ospedale brandendo un coltello. La vittima aveva avvertito i carabinieri che hanno trovato il coltello ed hanno ascoltato la donna. I miliatari hanno sentito il racconto della donna, ha parlato a lungo con loro, raccontando tutto: le violenze (anche sessuali),  le minacce che aveva subito nel tempo e che avevano minato la serenità della donna, costretta a vivere "in un continuo stato di paura, esasperazione, prostrazione ed angoscia". Nei giorni successivi alla denuncia l'uomo l'aveva continuata a tormentare e minacciare in ogni modo.

Il pubblico ministero, sulla base di quanto ricostruito dai militari, ha quindi richiesto al Gip del Tribunale un'idonea misura cautelare per fermare l'uomo e, ieri sera, il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri della stazione di Montelupo Fiorentino: il 38enne georgiano è stato portato nel carcere di Sollicciano dopo essere stato rintracciato ed arrestato ad Empoli, vicino stazione ferroviaria.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Eroina, ancora una vittima: morta di overdose una ragazza di 25 anni

  • Cronaca

    Largo Annigoni, derubati e poi pestati di botte: gravi due giovani

  • Cronaca

    Sciopero dei taxi per protesta contro il governo

  • Elezioni comunali 2019

    Elezioni 2019, Marcheschi: "Faccio un passo indietro solo se centro-destra ha candidato unitario"

I più letti della settimana

  • Festa del papà: perché in Toscana si dice “babbo”

  • Siria: ucciso dall'Isis giovane combattente fiorentino

  • Rissa fra genitori: partita sospesa, bambini in lacrime

  • Ucciso dall'Isis, la lettera d'addio di Lorenzo: “Sono morto facendo quello che ritenevo giusto”

  • Autostrada A1: incidente tra mezzi pesanti, un morto

  • Lite al ristorante degenera: cuoco finisce all'ospedale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento