Manifestazioni studentesche in 50 città: anche a firenze, “bocciamo il governo”

Si terrà il 22 febbraio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Il prossimo 22 febbraio gli studenti scenderanno in corteo in più di 50 città italiane per la manifestazione nazionale contro il nuovo esame di maturità e i tagli alla scuola per 4 miliardi previsti dal nuovo governo. Ad oggi tra le manifestazioni nei capoluoghi di regione spiccano Roma, Milano, Napoli, Torino, Venezia, Cagliari, Palermo, Venezia, Perugia, Reggio Calabria e decine di capoluoghi di provincia.

La manifestazione, lanciata lo scorso gennaio dal Fronte della Gioventù Comunista (FGC) , è stata rilanciata con un video-appello del giovane Simon Vial, presidente della Consulta Provinciale degli Studenti di Torino. Sono decine i video di studenti che da tutta Italia aderiscono alla protesta rispondendo all’appello partito dagli studenti di Torino.

Anche a Firenze , gli studenti hanno risposto a tale chiamata e hanno deciso di svolgere un PRESIDIO SOTTO L’UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE, in Via Mannelli alle ore 9.00. 

“Le riforme attuate dal nuovo governo riguardo la maturità costringe ragazzi e professori a stravolgere completamente i piani del programma per adeguarli al nuovo esame di maturità, e tutto ciò a pochi mesi di distanza” – dichiara Matteo Caselli, studente del Liceo Gobetti -Volta di Firenze - “ Trasformando di fatto, così noi studenti in vere e proprie cavie da laboratorio. Oltre questa brutta sorpresa il governo Lega-5 Stelle decide di tagliare nel 2019 ulteriori 4 miliardi all’istruzione pubblica in un paese tra gli ultimi al mondo per tale spesa ( 152esimo su 157) , che si regge sempre di più sui contributi volontari estorti alle famiglie . Tutto questo mentre le nostre scuole rischiano di caderci in testa ogni giorno, con strutture non a norma e fatiscenti”. 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento