Magherini, attesa la sentenza finale: "Morte si poteva evitare"

Giudici di Cassazione in Camera di consiglio. Il Pg chiede la conferma delle condanne, la famiglia: "Fu omicidio preterintenzionale"

La famiglia di Magherini fuori dall'aula (credits by Amici del Maghero)

Sono in Camera di consiglio i giudici della Corte di Cassazione: stamani si è svolta l'udienza del processo per la morte di Riccardo Magherini, il giovane morto per arresto cardiaco mentre era tenuto fermo dai carabinieri nel marzo del 2014 in Borgo San Frediano a Firenze. Dopo questa sentenza le condanne, se confermate, saranno definitive. 

Per il Procuratore generale della Cassazione, intervenuto in udienza per chiedere la conferma delle condanne comminate dalla Corte d'Appello per tre carabinieri - Stefano Castellano, Agostino Della Porta a 7 mesi e e Vincenzo Corni a 8 mesi per cooperazione in omicidio colposo, con sostanziale conferma della pronuncia di primo grado - la "morte si poteva evitare". 

Gli avvocati dei carabinieri chiedono l'annullamento della sentenza, mentre l'avvocato Fabio Anselmo, che difende la famiglia Magherini, ha chiesto anche un nuovo processo a carico dei carabinieri intervenuti per omicidio preterintenzionale, "che contempli quindi l'evento morte come conseguenza del reato di percosse".

Potrebbe interessarti

  • L'Enigma del Mostro di Firenze in tv

  • Le mostre da non perdere quest'estate a Firenze

  • Tea tree oil, gli usi per la cura del corpo e della casa

  • Eventi da non perdere a luglio

I più letti della settimana

  • Tragedia per un fiorentino in vacanza: muore in mare

  • Ragazza muore travolta dal treno 

  • Muore nell'ex ospedale in malora: "Una tragedia annunciata"

  • Outlet di Barberino del Mugello, cambia la proprietà

  • Da Renzi a Carlo Conti: tutti pazzi per Face App, il trucco per invecchiare

  • Sesso a pagamento: si cresce poco, cala il prezzo delle escort

Torna su
FirenzeToday è in caricamento