Tribunale di Firenze: la legge sull'espulsione degli immigrati è illegittima

Secondo il procuratore di Firenze la legge italiana sull'espulsione degli immigrati è in contrasto con la nuova direttiva europea, infatti per la norma comunitaria i "clandestini" devono essere rimessi in libertà

Il procuratore di Firenze, Giuseppe Quattrocchi, sta pensando di riunire i pm dell'ufficio giudiziario per concordare una condotta univoca riguardo l'applicazione della direttiva europea sul rimpatrio degli extracomunitari irregolari. La norma europea è applicabile in Italia dal 24 dicembre, ma prevede procedure diverse dalla cosiddetta Bossi-Fini. I magistrati e i giudici sono così chiamati a decidere, di fatto, se disapplicare la legge italiana, ritenendola superata o abrogata dalla direttiva europea.

Riguardo i clandestini arrestati per non aver rispettato l'ordine di allontanamento del questore, per esempio, secondo un'interpretazione - proprio un pm fiorentino, Paolo Barlucchi, é stato fra i primi a seguirla - alla luce della direttiva comunitaria devono essere rimessi in libertà. C'é però chi sostiene che magistrati e giudici debbano sollevare la questione di legittimità. In attesa della riunione, il procuratore di Firenze ricorda che l'orientamento prevalente è di considerare legittimi almeno i provvedimenti disposti sulla base della Bossi-Fini che siano precedenti al 24 dicembre.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Via de'Pucci: chiuso lo Shot Cafè

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • Fiorentina: il nuovo stadio a Campi Bisenzio incompatibile con l'aeroporto

Torna su
FirenzeToday è in caricamento