Islam: nuovo centro a Empoli  

Il sindaco e il proposto Don Guido Engels all'inaugurazione. Barnini: "Empoli città della convivenza"

Stamani è stata inaugurata la nuova sede dell'Associazione empolese per il dialogo, l’integrazione e la convivenza’. Da oltre un anno la comunità islamica locale cercava uno spazio dove accogliere tutti i fedeli musulmani - da anni infatti i soci dell’associazione si riunivano in spazi insufficienti in un fondo nella frazione di Pontorme - trovato all'interno di un capannone nella zona commerciale di Carraia. Presenti questa mattina anche  il sindaco Brenda Barnini e il proposto Don Guido Engels, rispettivamente in rappresentanza della società civile e della chiesa cattolica. 

"Sono qui in rappresentanza di tutti gli empolesi per affermare il valore della cittadinanza tutta. Vivere insieme significa vivere in modo sicuro. Rispettare le tradizioni e i valori altrui – spiega il sindaco Brenda Barnini – è l’unico modo per convivere ad abitare le nostre città in modo confortevole. Empoli è da anni città dell’accoglienza e della convivenza. Ricordo a tutti che siamo a qui a festeggiare il ‘trasloco’ di una sede che già era nel nostro territorio da anni. Da anni a Pontorme la comunità islamica si riuniva". "Oggi uomini e donne di fede musulmana hanno trovato una nuova casa in uno spazio più ampio, dove hanno dignità di essere ospitati anche donne e bambini, cosa fondamentale. Tutti loro sì sono impegnati con sacrificio per trovare questo luogo adeguato, hanno lavorato e raccolto i fondi per fare questo sforzo tutti insieme. C’è qualcuno che non perde occasione purtroppo per cercare di dividere, per fortuna senza risultato. E la presenza del Proposto Don Guido è la testimonianza del fatto che questo è un passaggio naturale per una città che da anni accoglie e convive con culture diverse. Per farvi capire non solo quella islamica aveva bisogno di spazi, ma sono a conoscenza che anche il gruppo empolese di fede buddista cerca spazi più ampi. La società cambia e noi come amministrazione comunale cerchiamo di aiutare a far convivere tutti".

Presenti anche Abo Zakaria, responsabile Imam della comunità islamica di Santa Croce sull’Arno ed Empoli; Zahim Lahoucine il suo vice, fra gli altri lo storico socio dell’associazione Zeroual Mohammed. Fra i rappresentanti di polizia di stato e carabinieri il dirigente del commissariato Francesco Zunino e il capitano Giorgio Guerrini. Al termine della cerimonia è stato offerto un rinfresco a base di specialità arabe.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 9 nuovi casi, focolaio a Impruneta

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Gignoro: malore per l'autista Ataf, perde il controllo del bus e si schianta. Chiusa via del Guarlone | FOTO

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

  • Cosa fare nel fine settimana a Firenze

Torna su
FirenzeToday è in caricamento