Insulti sul post del sindaco: 150 indagati a Scandicci

Commentarono su Facebook sul tema migranti: riunione al circolo Aurora, rischiano un anno e mezzo

Avevano commentato alcuni post riguardanti il tema dei migranti pubblicati su Facebook dal sindaco di Scandicci Sandro Fallani (nella foto), invocando campi di detenzione, fucilate e falò. Il primo cittadino non ha guardato in faccia a nessuno e li ha querelati. Oggi sono 150 le persone coinvolte nella vicenda, che questa sera si ritroveranno alle ore 21 all'Aurora di Scandicci per confrontarsi ed unire le forze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A darne notizia è stata La Nazione che sottolinea come, secondo la legge Mancino del '93, rischiano di finire indagati per odio razziale, minacce e diffamazione, reati che prevedono la condanna fino ad un anno e mezzo di reclusione, o 6mila euro di multa. Tra i promotori dell’incontro c’è il consigliere comunale della Lega Nord Leonardo Batistini, che aveva preso le distanze da alcuni post sopra le righe, ma che adesso stigmatizza l'atteggiamento del sindaco: "Intasare le aule di tribunale per una cosa di questo genere – commenta ora Batistini a La Nazione – è una cosa davvero assurda; forse il sindaco aveva di meglio da fare, tipo governare meglio la città, offrendo ai cittadini servizi in più e una maggiore cura di Scandicci".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo la linea 1: camion si schianta sulla tramvia / FOTO

  • Santa Maria Novella: ragazzina presa a schiaffi e rapinata alla fermata dalla tramvia

  • Natalie Portman, lettera d'amore a Firenze: "La magia delle celle dei frati affrescate a San Marco, il gelato e..."

  • Palazzo Vecchio senza soldi, Nardella: “Vado a cercarli in Cina”

  • Fase 2: hotel al collasso, lavoratori alla fame. Confindustria Firenze: "Situazione sociale sarà drammatica"

  • Tramvia, Nardella annuncia modifiche: arriverà vicino al Duomo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento