Morto investito dal bus: autista Ataf indagato per omicidio stradale

Il pm ha disposto il sequestro del telefono cellulare del conducente, per escludere l'eventualità che fosse al telefono

E' indagato con l'ipotesi di reato di omicidio stradale l'autista del bus della linea 23 dell'Ataf che lunedì scorso, 14 gennaio, intorno alle ore 14, in via Datini ha investito un uomo di 78 anni e il suo badante, mentre si trovavano sulla carreggiata all'angolo con via Erbosa.

Il 78enne è morto nella serata di martedì, il giorno successivo all'incidente. Ferito invece leggermente il badante.

L'autista indagato, secondo quanto appreso, è un uomo di 59 anni, residente nell'Aretino, con un'esperienza pluridecennale come autista di bus.

Il pm Concetta Gintoli ha disposto il sequestro del suo smartphone per effettuare accertamenti volti ad escludere l'eventualità che fosse al telefono al momento dell'incidente.

Sono stati sequestrati anche gli abiti dell'anziano e del badante, al fine di individuare segni che possano aiutare a ricostruire la dinamica dell'accaduto. Oggi è stata effettuata l'autopsia sul corpo del 78enne, che sarebbe morto per le ferite alla testa riportate in seguito alla caduta dovuta all'impatto con il bus.

Potrebbe interessarti

  • Laura e Biagio negli stadi: tutte le informazioni sul concerto a Firenze

  • L'Enigma del Mostro di Firenze in tv

  • Negrita, la scaletta del concerto a Firenze

  • Le mostre da non perdere quest'estate a Firenze

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Bilancino: ritrovato il corpo 

  • Famigliola di cinghiali a spasso a Careggi / FOTO

  • Carola Rackete: la Regione Toscana pensa ad un riconoscimento per la capitana della Sea Watch

  • Piazza dell'Isolotto: funerali del giovane Gabriele Vadalà / FOTO - VIDEO

  • Muore nell'ex ospedale in malora: "Una tragedia annunciata"

  • Tragedia per un fiorentino in vacanza: muore in mare

Torna su
FirenzeToday è in caricamento