Bloccata sull'Appennino: escursionista soccorsa sul sentiero per il lago Baccio

Disavventura in montagna per una signora fiorentina 

Stamani il personale del Soccorso Alpino Emilia Romagna - Stazione Monte Cimone è intervenuto per prestare soccorso a un'escursionista vittima di una brutta caduta mentre col marito percorreva il sentiero 523 Cai che dal lago Santo (Pievepelago) porta al lago Baccio.

L'incidente si è verificato verso le 11, a metà circa del percorso: nella caduta la 59enne (residente a Firenze) ha accusato un forte trauma alla caviglia sinistra (probabile frattura) che le ha impedito di proseguire il cammino. 

Attivata dal gestore del rifugio Vittoria, la macchina dei soccorsi ha visto arrivare in pochi minuti la squadra Saer in pronta reperibilità e quella del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, di stanza all'Abetone, nonché lo stesso rifugista, tecnico Saer.

La 59enne è stata stabilizzata e quindi caricata su un fuoristrada speciale Saer che è riuscito ad arrivare in prossimità del luogo di caduta, attraverso un sentiero. Condotta al rifugio Vittoria, è stata poi affidata ai sanitari di Pievepelago, con medico, e condotta in ambulanza all'ospedale di Pavullo.

Si perde sul Monte Giovi
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Via de'Pucci: chiuso lo Shot Cafè

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

  • Fiorentina: il nuovo stadio a Campi Bisenzio incompatibile con l'aeroporto

Torna su
FirenzeToday è in caricamento