Guida Michelin 2019: Enoteca Pinchiorri conferma le tre stelle

Il ristorante fiorentino resta saldamente nella "top ten" italiana

Enoteca Pinchiorri riconferma anche quest'anno le tre stelle Michelin e resta saldamente nella classifica dei "magnifici 10" d'Italia della Guida Michelin Italia 2019, presentata oggi a Parma, la più importante nel panorama enogastronomico nazionale e internazionale. 
 
"Accolgo questa notizia sempre con grande gioia e deferenza – ha commentato Annie Féolde, Chef-owner di Enoteca Pinchiorri – abbiamo iniziato, oramai più di quarant’anni fa, con la voglia di far piacere alla gente e abbiamo ancora tanti sogni da realizzare. Siamo sempre impegnati a migliorarci e la riconferma delle 3 stelle Michelin è una fonte d’ispirazione per continuare a farlo".

Cucina contemporanea tra canoni tradizionali e sperimentazione, una cantina tra le più complete e preziose del mondo, il servizio i punti di forza del ristorante da anni punto di riferimento della cucina top italiana. Con la costante presenza in sala di Annie e Giorgio, che accolgono personalmente tutti i clienti.
 
Anche Giorgio Pinchiorri, recentemente nominato Miglior Sommelier del Mondo dall'Associazione Les Grandes Tables du Monde, ha voluto commentare: "Sono orgoglioso di questa riconferma. E' un traguardo che io e Annie continuiamo a raggiungere grazie soprattutto alla squadra di persone meravigliose che lavorano con noi ogni giorno con passione, sia in cucina sia in sala, come il nostro stimatissimo Direttore di sala Alessandro Tomberli e il suo secondo, Alessandro Giani".
 
L’Executive Chef Riccardo Monco - da 25 anni figura chiave di Enoteca, che ha ritirato il premio insieme ad Annie Féolde ha aggiunto: "Ogni anno questa conferma è per me una grande emozione. Sento anche la responsabilità di essere alla guida di una cucina tristellata: tutto deve essere curato nei minimi dettagli; ci vuole grande sinergia con la sala, innovazione e continuità, capacità di stupire il cliente assiduo e di confermare le aspettative di chi ci visita per la prima volta. E' un’importante sfida che affronto con impegno, accanto allo Chef di Cucina Alessandro Della Tommasina e a tutta la brigata di cucina." 
 
Enoteca Pinchiorri, oggi, non è solo via Ghibellina. Giorgio e Annie, infatti, hanno coltivato i loro sogni, sempre alla ricerca di nuovi traguardi; una tensione che li ha spinti a portate nel mondo lo stile e la cultura firmata Pinchiorri con l’apertura di "Enoteca Pinchiorri Nagoya", in Giappone, nel 2008, una realtà caratterizzata da una cucina d’impronta italiana e votata all’eccellenza. E' del 2016, poi, l’apertura a Dubai di "The Artisan by Enoteca Pinchiorri", un nuovo concept per un ristorante giovane, in cui si segue un approccio meno formale ma sempre improntato alla qualità e all’italianità che contraddistingue il ristorante fiorentino. 

Potrebbe interessarti

  • Estate: 5 fiumi dove fare il bagno in Toscana

  • Ligabue al Franchi: scaletta, info utili, divieti e parcheggi

  • San Giovanni ‘un vole inganni: come nasce il celebre detto

  • Solstizio d'Estate, tra miti e leggende: gli eventi a Firenze e dintorni

I più letti della settimana

  • Estate: 5 fiumi dove fare il bagno in Toscana

  • Via del Varlungo, cadavere impiccato a palo della luce

  • Fuochi d'artificio di San Giovanni: finale col botto per i "fochi" 2019

  • Saldi estivi 2019: quando iniziano e alcuni consigli

  • Incendio nel ristorante di sushi di viale dei Mille: palazzina evacuata

  • Via del Bronzino, rissa al circolo: in quattro all'ospedale, traffico paralizzato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento