Muratore di Certaldo assolto dopo 22 anni chiede risarcimento milionario

Un muratore di Certaldo è stato assolto dopo 22 anni di carcere. L'uomo ha chiesto un risarcimento di 69 milioni di euro allo Stato come indennizzo

Un muratore di Certaldo, Giuseppe Gulotta, ha chiesto un maxi risarcimento allo Stato dopo aver trascorso 22 anni della sua vita in carcere. L’uomo è stato infatti assolto il 13 febbraio dello scorso anno dalla Corte di assise d'appello di Reggio Calabria dall’accusa di aver partecipato alla strage avvenuta nel 1976 all’interno della caserma di Alcamo Marina (Trapani) in cui persero la vita una coppia di carabinieri. L’indennizzo richiesto dall'uomo, che all'epoca dei fatti era 18enne, è di 69 milioni di euro.

E' quanto hanno chiesto i suoi legali al ministero di Grazia e giustizia, secondo quanto riportato oggi dal quotidiano La Nazione. "La riparazione dell'errore giudiziario - spiega l'avvocato Pardo Cellini al quotidiano - va commisurata alla durata dell'espiazione della pena e alle conseguenze personali e familiari derivanti dall'ingiusta condanna. Tenuto conto della durata della grave vicenda e del periodo di detenzione patito, il danno complessivo è enorme". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

  • Violenza inaudita a Rufina: segregata e violentata per un mese dall'ex cognato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento