Giovanissime coraggiose: sentono urla da un camper e chiamano la polizia

E' successo in Lungarno Torrigiani. "Sono fiera di averle conosciute", racconta una donna che abita lì vicino

Hanno sentito delle urla provenire da un camper parcheggiato in Lungarno Torrigiani e, nonostante la giovanissima età, 16 anni appena, non hanno fatto finta di nulla e hanno chiamato la polizia.  Protagoniste due ragazze che qualche giorno fa erano uscite per andare a prendere un gelato nel centro storico di Firenze e sarebbero state le sole a fermarsi udendo le grida. "Passa tanta gente alle 23 e 30 ma solo loro hanno chiamato il 113. Dalla finestra di casa mia le ho viste" ha poi raccontato una donna che abita lì vicino ed ha assistito all'atto di generosità della coppia.

"Le ho invitate a salire in casa mentre mio marito - continua la donna - è sceso perché il mezzo non se ne andasse. Il resto è prassi: volanti, controlli, ambulanze e curiosità. Da questa parte ammirazione per due ragazze che, tra decine e decine di indifferenti, a soli 16 anni rinunciano al gelato. Due ragazze che, sentendo urlare una donna dal retro di un furgone in pieno centro, non hanno paura, nemmeno paura di perdere tempo".

"Vi ringraziamo M. e K. per il  vostro coraggio, il vostro altruismo, il vostro cuore. Se fossero tutti così i teenager... - racconta ancora la signora -. Ma forse proprio i giovani di oggi, se non rovinati dai genitori, hanno ancora voglia di proteggere il prossimo rinunciando al gelato e, soprattutto, rischiando qualcosa. Da italiana e donna sono fiera di avervi conosciuta. Grazie".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

  • Violenza inaudita a Rufina: segregata e violentata per un mese dall'ex cognato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento